USB PROMUOVE DUE CAUSE CHE INTERESSANO TUTTI I NAVIGANTI del Trasporto Aereo: PER FERIE E MATERNITA’ SI CHIEDE IL RICALCOLO DELLA RETRIBUZIONE

Nazionale -

USB promuove due cause per il ricalcolo della retribuzione nei periodi di Ferie e di Maternità per TUTTI I NAVIGANTI DI COMPAGNIE AEREE ITALIANE; di seguito una breve nota sulla possibilità di vantare queste spettanze.


FERIE
Da tempo la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha affermato il principio secondo il quale tutti i lavoratori devono essere posti in condizione di fruire del periodo di ferie e non devono essere indotti a rinun ziarvi, anche a causa della riduzione della retribuzione. I contratti aziendali vigenti presso le compagnie aeree prevedono una modalità di computo del trattamento economico per i periodi di ferie che contrasta con tale principio.
In questi anni in seguito alla notizia della sentenza ci sono stati diversi giudizi i cui esiti sono stati discordanti e a volte negativi, alcuni giudici non sono entrati nel merito della questione sollevata, ma di recente il Tribunale di Milano ha confermato nella sostanza i principi espressi dalla Corte di Giustizia Europea.
USB sentiti gli avvocati di fiducia, ha pertanto valutato che oggi ci siano le condizioni per promuovere i ricorsi, poichè si ritiene che in relazione ai giorni di ferie goduti, sia stata corrisposta una retribuzione inferiore a quella dovuta sulla base dei principi accertati dalla legislazione nazionale oltre che comunitaria.
Dunque si richiederà il ricalcolo della retribuzione relativa ai periodi di ferie, tenuto conto sia del salario base e anche della parte variabile della retribuzione. Si agirà in giudizio al fine di ottenere la nullità e/o illegittimità di ogni eventuale clausola contrattuale difforme, l'accertamento del diritto al pagamento di quanto effettivamente dovuto riguardo ai giorni di ferie, oltre alla condanna alle differenze retributive maturate e maturande a tale titolo.
Preliminarmente è necessario inviare la lettera che blocca i termini di prescrizione e che è disponibile presso la sede sindacale e presso i delegati. Poi vi invitiamo a contattare l’organizzazione sindacale SCRIVENDO A:

assistentidivolo.trasporti at usb.it

RIPORTANDO NELL’OGGETTO CAUSA FERIE_NOME COMPAGNIA AEREA_NOME COGNOME. I dati richiesti DA INSERIRE PER I CONTATTI sono:
NOME COGNOME COMPAGNIA AEREA/BASE DI LAVORO DATA INVIO LETTERA INTERRUZIONE TERMINI PRESCRIZIONE RECAPITO MAIL /CELL


MATERNITA’
La sentenza di Cassazione n° 11414, 11 maggio 2018, afferma il principio secondo cui la lavoratrice non deve essere disincentivata alla maternità per ragioni economiche. L’indennità di maternità deve consentire alle naviganti la possibilità di vivere l’evento della gravidanza e post parto fino al compimento del 7° mese del bambino, senza che vi sia una riduzione del tenore di vita e la sentenza chiarisce la base di calcolo per la determinazione dell'indennità di maternità da corrispondere alle lavoratrici durante il periodo interessato.
In particolare dovrà essere considerata la retribuzione globale di fatto e i ratei di mensilità supplementari.

Le casistiche per avviare i ricorsi saranno valutate caso per caso, tuttavia i nostri legali suggeriscono l’immediato invio della lettera che congela i termini di prescrizione. Sulla prescrizione abbiamo ascoltato pareri discordanti ma secondo le attuali normative è fissata entro il compimento dell’anno del bambino. Vi rinnoviamo l'invito a mandare una lettera per interruzione dei termini, secondo le modalità sotto riportate.
Preliminarmente è necessario inviare la lettera che blocca i termini di prescrizione che è disponibile presso la sede sindacale e presso i delegati. Successivamente vi invitiamo a contattare l’organizzazione sindacale SCRIVENDO A:

assistentidivolo.trasporti at usb.it

RIPORTANDO NELL’OGGETTO: CAUSA MATERNITA_NOME COMPAGNIA AEREA_NOME COGNOME.
I dati richiesti PER I CONTATTI sono i seguenti: NOME COGNOME NOME COMPAGNIA APPARTENENZA/ sede di lavoro e di residenza MAIL / CELL- Data di nascita del bambino/ compimento del settimo mese del bambino- Sede INPS di residenza- Data di invio del modello di interruzione dei termini di prescrizione- Data di apertura maternità Ultima busta paga precedente maternità, presa per intero- Se PT settimanale media delle retribuzioni dell’ultimo anno (ultime 12 buste paga)


MODALITA’ DI AVVIO DEI RICORSI
I modelli per interruzione termini prescrizione per FERIE e/o MATERNITA’ sono disponibili presso le sedi sindacali, presso i delegati e saranno pubblicati nelle mailing list o saranno inviati a chi ne farà richiesta.
1) I modelli d’interruzione della prescrizione vanno stampati e compilati con l’inserimento dei dati richiesti, e mandati a mezzo Raccomandata A.R. (preferibilmente) o via PEC agli indirizzi indicati di competenza, avendo cura di mantenere una fotocopia del modello originale spedito.
2) Inviare mail a USB secondo le indicazioni sopra scritte, con i dati richiesti.
3) I naviganti delle varie compagnie aeree, interessati ai ricorsi, dopo aver inviato la lettera e i propri dati all’organizzazione sindacale, a settembre, potranno prendere contatto i delegati delle strutture sindacali e con i responsabili esecutivi di RSA Marta Cataluddi 347 1803279 Alitalia/City-liner/Vueling/Altre Compagnie e Omar Trudu 335 8212358 AirItaliy/Neos/Altre Compagnie.


NEL MESE DI SETTEMBRE, SULLA BASE DELLE ADESIONI PERVENUTE, FAREMO UNA PRIMA ASSEMBLEA SULLE BASI DI MIL E FCO, ALLA PRESENZA DEI LEGALI PER EVENTUALI ALTRE INFORMAZIONI E PER AVVIARE I RICORSI.
I DELEGATI SARANNO A VOSTRA DISPOSIZIONE E VI TERREMO INFORMATI SU OGNI AGGIORNAMENTO.
Fiumicino, 1 agosto 2018

USB Trasporto Aereo - Lavoro Privato