ALITALIA/ AAVV - ALIS: Usiamo la testa!

Nazionale -

È di questi giorni la mail aziendale che ci comunica il ripristino di alcune funzionalità del sistema di trip trading "al fine di agevolare le necessità individuali…omissis".

Si tratta di una timida riedizione che inserisce nuovamente dopo lo stop durato quasi un anno, le possibilità di scambiare turni e riposi ma attenzione. Nella comunicazione c’è un passaggio che riportiamo: "qualora la richiesta volontaria di scambio attività determini la cessione e conseguente non fruizione di riposo, per gli stessi non ne verrà garantita la programmazione ne' il pagamento".


Ci permettiamo di immaginare che avendo l’azienda messo le mani avanti, i riposi ceduti non saranno MAI PIU' pagati o restituiti.


E’ vero che si tratta di una possibilità offerta al lavoratore che volontariamente e magari per necessità oggettive si renda disponibile a questa misura ma ciò comporta che si potrà scendere sotto i 30 riposi mensili contrattualmente previsti nel trimestre e quindi si potrebbe arrivare a dimostrare che è possibile aumentare ancora la produttività di una categoria già portata nel 2009 a livelli decisamente alti.


In questa fase e con un monte ore volo programmato ai minimi storici, questo può non essere percepito dai colleghi ma nel medio periodo e secondo quanto illustrato nel piano industriale, le cose potrebbero cambiare e non di poco.

Ripetiamo che Alis è uno strumento aziendale che non è mai stato oggetto di negoziazione, potremmo definirlo un meccanismo che, se da una parte può agevolare e non poco, la vita di migliaia di lavoratori, dall'altra, se non usato con dovizia, rischia di contribuire a generare l'ennesimo giro di esuberi. Si, altri esuberi, perché quei giorni di riposo non restituiti si traducono in teste di personale navigante che potrebbero non servire più.


Considerate queste premesse è veramente opportuno usare la testa e quindi invitiamo tutti i colleghi a scambiare i riposi alla pari, vale a dire a cederli e acquisirli contestualmente, senza rinunciare nemmeno a una singola giornata libera.


Avvertiremo Alitalia che sorveglieremo gli effetti e se dovessimo verificare che saranno diversi da quelli dichiarati negli intenti, come ad esempio quelli possibili e deleteri d’impatto sull’occupazione, ci adopereremo con forza, a contrastare un uso distorto di questo procedimento.


Ora raccomandiamo di attenersi a quanto prevede il contratto che va rispettato e che non vogliamo derogare. Alis lo maneggiamo con cautela!

RRSSAA Gruppo Alitalia Sai

Fiumicino, 9 marzo 2015

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni