Alitalia: Comunicato stampa - Un piano di attesa pericolosa

Nazionale -

Gli elementi emersi in queste ore, a valle dell’incontro di ieri, non sono sufficienti per valutare il piano industriale dell’AD Del Torchio. Da queste anticipazioni, le proposte industriali per lo “Stand Alone” appaiono di segno completamente diverso da quanto in precedenza annunciato. Per questo USB ha chiesto un immediato incontro con l’Azienda ed il Governo.


E’ ancora in corso il consiglio di amministrazione di Alitalia, e siamo in attesa di altri dettagli. I provvedimenti illustrati riguarderebbero riduzione di costi lineari, messa a terra di aeromobili di medio raggio. L’incremento dei voli di lungo raggio non è riconducibile all’aumento delle macchine. Di conseguenza si avrebbero esuberi di personale, rinnovo al ribasso degli accordi in essere e riduzioni salariali.


Queste ipotesi al momento non sono supportate da numeri certi, appaiono come deliberazioni di ripiego e lasciano pensare a un intervento di ristrutturazione pagato solo dai lavoratori. Rimane aperta la questione delle alleanze e non è visibile nessuna prospettiva di rilancio.


E’ necessario lavorare per evitare soluzioni parziali, non inserite nella questione generale del riassetto del settore. Il tempo a disposizione sta scadendo e quest’attesa pericolosa mette a rischio la compagnia ogni giorno di più. USB si appella ancora una volta al Governo per un intervento immediato e risolutivo nella vicenda Alitalia per l’apertura di un tavolo di confronto con tutti i soggetti interessati.



USB Lavoro Privato T.A.

 



 

Fiumicino, 15 Novembre 2013

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni