Alitalia, USB: no alla cura lacrime e sangue di governo e UE, giovedì 10 lavoratori in piazza a Montecitorio

Roma -

I lavoratori Alitalia e l’Unione Sindacale di Base respingono al mittente il concetto di “dolorosa transizione” annunciata dal ministro Giorgetti. Dietro gli eufemismi di un intero governo, succube dei diktat europei, si nasconde la vergogna di un investimento pubblico che produce migliaia di licenziamenti, la svendita dei settori handling e manutenzione e una compagnia aerea piccola piccola, più simile a una scalcagnata low cost che a un vettore degno di questo nome.

Per questo i lavoratori si riuniranno in assemblea giovedì 10 giugno alle 15 a Montecitorio, per opporsi a uno Stato che licenzia e alle prescrizioni UE. C’è ancora spazio per evitare l’ennesima pesante ristrutturazione sulla pelle dei lavoratori.

Unione Sindacale di Base – Trasporto Aereo

9-6-2021

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati