Argomento:

ARTICOLI DI Rassegna STAMPA 24/23/22 giugno 2008


24 giugno 2008 - Il Resto del Carlino

Reggio E. - PROSEGUE la protesta degli autisti del trasporto pubblico licenziati...

Reggio E. - PROSEGUE la protesta degli autisti del trasporto pubblico licenziati. «Se non avremo un segnale chiaro da parte delle istituzioni, valuteremo lo sciopero della fame». Lo dice il leader della Cub trasporti, Pasquale Tucci, che si è incatenato assieme a due autisti davanti al municipio. La protesta, partita già nel weekend, è mirata a scongiurare il licenziamento di 22 autisti del trasporto pubblico locale appartenenti al consorzio Orfeo, che gestisce in subappalto di Act alcune linee del servizio. La Cub ha organizzato anche una raccolta di firme, giunta a quota 150 circa, per chiedere la riassunzione dei dipendenti lasciati a casa in altre aziende del gruppo.



23 giugno 2008 - Il Bologna

Ferrovie. Tensioni in stazione tra militanti della Cub e il capos?uadra di un'azienda di pulizie
Sindacati denunciano: «Minacce ad iscritto»

Bologna - Tensioni sindacali alla stazione ieri mattina dove un iscritto al sindacato Rdb sarebbe stato minacciato di morte da un caposquadra dell'azienda di pulizie ferroviarie Pietro Mazzoni Ambiente. Questa la denuncia delle Rdb che hanno presentato la denuncia alla polizia ferroviaria. La cronaca, secondo i sindacalisti, inizia verso le 8,30, allo scalo Salesiani della stazione. «Un caposquadra - ha raccontato Nicoletta Fabbroni dell'Rdb - ha minacciato di morte un nostro iscritto come ritorsione per le ripetute denunce che da due anni inoltriamo alla ?usl di Bologna e alla Polizia Ferroviaria, sulla perdurante e continua violazione della disciplina in materia di sicurezza che colpisce i lavoratori della Mazzoni Ambiente e in egual modo il personale del subappalto affidato alla Cooperativa Domino Multiservice. Ci risulta che i responsabili spingano i lavoratori a velocizzare i ritmi di lavoro in condizioni insicure e malsane, caricando una parte di lavoratori di ore di straordinario, tagliando ore di lavoro e sanzionando con provvedimenti disciplinari chi si ribella ed è socio di cooperativa. Questo clima di terrore e ricatto è creato ad hoc, per frenare qualsiasi reazione e protesta dei lavoratori, prova ne è l'episodio di stamattina». L'operaio che ha denunciato l'aggressione si è poi recato al pronto soccorso: «ha chiamato l'ambulanza ed è stato trasportato al Ospedale Maggiore di Bologna dove gli è stato riscontrato uno stato d'ansia reattivo alle minacce verbali, successivamente ha esposto denuncia presso la polizia ferroviaria della stazione di Bologna nei confronti dell'aggressore, convalidata da testimoni in forma scritta». Nicoletta Frabboni della Cub ha incontrato il Direttore Regionale Passeggeri di Trenitalia Salvatore Di Ruzza Salvatore che: «ha scaricato - per i sindacalisti - ogni responsabilità sulle due aziende appaltatrici».


22 giugno 2008 - Gazzetta di Reggio

Tre delegati della Cub incatenati davanti al municipio
«Siamo stati licenziati dall’Act ma Cgil, Cisl e Uil sono inerti»

Reggio E. - Mauro Berni è il delegato della Cub Trasporti che da due giorni presidia, incatenato, il municipio.
Quando si riferisce a se stesso e ai suoi colleghi dice «siamo quelli del "Ghetto Orfeo"». Vuole precisare alcuni punti. «Cgil-Cisl e Uil si arrogano il diritto di aver chiuso un accordo con la direzione aziendale. Il Cub contesta questa versione. Il Consorzio Orfeo è nato nel 2004 grazie all’appoggio dato dai sindacati al piano strategico. Se esiste questa illegalità la colpa è proprio della connivenza tra sindacati e azienda. Loro esistono in virtù delle nostre tessere, ma di chi curano gli interessi? La lista di adempimenti di cui si parla negli accordi è già stata modificata». Il delegato della Cub rivendica il successo ottenuto dalle lotte portate avanti senza Cgil-Cisl e Uil:«Come Cub Trasporti abbiamo ottenuto, nell’incontro del 20 giugno con l’assessore alla mobilità Paolo Gandolfi, l’impegno che i dipendenti dell’Orfeo venissero riassorbiti tra settembre e giugno. Sono state scritte cose non vere. I beni come gli automezzi - sottolinea Berni - non diventeranno una "nostra proprietà" ma passeranno a Comune e Provincia. Inoltre abbiamo sempre spinto perchè venisse portato avanti un contratto unico per tutti gli autisti. L’accordo era stato raggiunto nel dicembre del 2006, ma furono proprio i sindacati a farlo saltare». Berni conclude con un pensiero rivolto ai colleghi che hanno perso il posto di lavoro:«La mia non è una lotta personale. Nè il Cub vuole porre la questione su un piano di sterile contrapposizione. Di fronte alle persone licenziate che stanno protestando non c’è stato appoggio di Cgil-Cisl e Uil. Questi sono ragazzi, anche costretti ad emigrare per lavorare, che non possono permettersi di stare fino a settembre senza uno stipendio».(cla.fo.)


22 giugno 2008 - Il Resto del Carlino

Bologna. «Sab ha deciso di bandire una gara...

Bologna - «Sab ha deciso di bandire una gara pubblica per la gestione delle attività di carico-scarico bagagli e pulizia degli aerei, attualmente gestite dalla Giacchieri». Lo sostiene, in una nota, la Cub trasporti regionale. Che non nasconde la sua preoccupazione: «Questo significa che a settembre si ricomincia la danza con un nuovo cambio di gestione e una nuova ‘via crucis’ per i dipendenti della Giacchieri?».


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni