Argomento:

ARTICOLI DI Rassegna STAMPA 28 Novembre 2008

28 novembre 2008 - Libertà

Trasporti, ancora uno sciopero
Lunedì si fermeranno i lavoratori del sindacato di base

ROMA - Sciopero nazionale di 24 ore degli addetti al trasporto pubblico locale, proclamato dalla Cub rasporti per lunedì 1 dicembre. L'astensione dal lavoro, informa il sindacato di base, che riguarderà i collegamenti urbane ed extraurbani con rispetto delle fasce garanzia stabilite a livello locale, è stata indetta per «il rinnovo del contratto nazionale degli autoferrotranvieri, scaduto il 31 dicembre 2007, che a tutt'oggi vede assenti le controparti datoriali».
La Cub trasporti chiede tra l'altro, su legge, «un aumento di 180 euro per il biennio 2008/2009, insieme all'introduzione di un meccanismo automatico di adeguamento salariale legato agli aumenti dei prezzi e a difesa della pensione pubblica e al rilancio del contratto nazionale; il superamento del precariato e la tutela dei livelli occupazionali, invertendo il ricorso alle esternalizzazioni e sub-affidamenti; la difesa ed il potenziamento del trasporto che deve rimanere pubblico».
Le modalità di adesione alo sciopero varieranno da città a città. A Milano, il servizio di metro, bus e tram gestito da Atm, così come quello gestito da Net (Nord Est trasporti), sarà garantito al mattino fino alle 8.45 e dalle 15 alle 18.
A livello territoriale, con possibile astensione dalle 18 alle 22, hanno aderito anche Fildai Cildi e Sama Faisa Confail.

 

28 novembre 2008 - L'Unione Sarda

la protesta Ieri sono stati bloccati 55 convogli
Pulizie sospese sui treni, si rischia la paralisi

In Sardegna lo sciopero ad oltranza del personale della società che cura i servizi di pulizia dei treni e supporto alle attività manutentive, esterna al Gruppo Fs, ha costretto le Ferrovie a cancellare ben cinquantacinque treni su centottantadue programmati in orario. Parzialmente sono stati sostituiti con autobus per evitare contraccolpi eccessivi sula circolazione. D'altronde i convogli non erano in condizioni igieniche tali da effettuare il servizio.
Per oggi - avvertono le Ferrovie dello Stato - si prevede un ulteriore aumento delle cancellazioni. Parte dei treni cancellati saranno sostituiti con autobus. Se l'agitazione - come sembra - proseguirà, già da domani, 29 novembre, non potrà essere garantita la partenza di alcun treno.
Sui gravi disagi provocati dallo stop della pulizia l'azienda ha informato le prefetture della Sardegna e l'assessorato regionale ai Trasporti.
Intanto in questi giorni c'è anche un'altra vertenza. Niente stipendio per gli addetti alle pulizie dell'Inps legati a una ditta privata che ha vinto l'appalto per il mantenimento dell'igiene nei vari uffici dell'ente, come quelli di viale Regina Margherita, ma anche di via dei Giudicati e di altri distaccamenti più piccoli. Da due mesi non vedono un euro. È dall'inizio di ottobre, che i dieci dipendenti della Facility group non ricevono la busta paga. Tutte donne con famiglia ora in grave difficoltà: ieri si sono riunite in un sit-in davanti agli sportelli di viale Regina Margherita per portare il problema all'attenzione della direzione dell'ente, ma anche degli utenti. «La ditta è subentrata a giugno e già a settembre sono cominciati i problemi», dice Federico Angius, coordinatore regionale dell'Rdb per il settore privato: «I ritardi nel pagamento degli stipendi sono ormai cronici e creano gravi problemi a tante lavoratrici con figli a carico».(n.p.)

 

28 novembre 2008 - Corriere del Mezzogiorno

La tragedia. MORTI BIANCHE, LA PROTESTA Stazione centrale operaio folgorato lungo i binari

Napoli - La morte di Ciro Cozzolino, un operaio trentunenne di Ercolano investito da una scarica elettrica sul binario 19 della stazione mentre stava montando paline sulla tettoia, scatena sindacati, studenti, Regione. Tutte le sigle dei lavoratori hanno proclamato uno sciopero simbolico per lunedì a Napoli Centrale. E ieri sera trecento studenti universitari hanno fermato il traffico su due binari, protestando per i morti «sul lavoro e nelle scuole». La Cgil denuncia un «grave clima di omertà»: ai sindacalisti non sarebbero state fornite nemmeno le generalità della vittima. E ancora: «Era un subappalto di un subappalto, dunque sicurezza zero», come denunciano Cgil, Ugl e Cub.

La denuncia Rdb: il cantiere fermato dai lavoratori.
Cordoglio in consiglio comunale e lunedì sciopero simbolico
«Non avevano neanche sospeso i lavori»

NAPOLI — «Ancora una volta l'azienda non ha tenuto conto delle elementari norme di sicurezza arrivando persino a non far sospendere (subito, ndr) i lavori nonostante l'incidente accaduto — è l'agghiacciante denuncia diffusa con una nota dalle rappresentanze di base autoferrotranvieri Cub Campania, immediatamente dopo la morte dell'operaio Cozzolino —. Solo con la reazione indignata di alcuni lavoratori si è ottenuto che almeno si transennasse» il binario cantierato. La Cub sottolinea quindi la sussistenza dei rischi per i lavoratori in relazione con la capillare «diffusione del sistema dei subappalti». E i confederali rilanciano: «Quel cantiere era un subappalto di un subappalto — accusa Davide Pastore, responsabile sicurezza della Cgil Campania — figuriamoci se in una simile situazione il lavoratore può chiedere anche soltanto un paio di stivali isolanti». Per il trentunenne rimasto ucciso sulla tettoia del binario 19, si è fermato per qualche minuto di silenzio, ieri sera, il consiglio comunale: «Questa ennesima tragedia accentua l'insostenibile fenomeno delle morti bianche — ha poi commentato in aula il sindaco Iervolino —. Dobbiamo continuare a fare il massimo tutti, impegnandoci per la prevenzione e la sicurezza effettiva sui luoghi di lavoro». L'assessore alle politiche sociali, Giulio Riccio, si spinge oltre: «L'Italia è una Repubblica fondata sulle morti sul lavoro e la morte di Cozzolino è l'ennesimo tragico episodio che lo conferma: continua senza tregua la strage senza che il governo adotti i necessari provvedimenti. Ricordo che il Censis segnala per il nostro Paese il triste primato dei morti sul lavoro in Europa. Nonostante gli appelli del Presidente della Repubblica, i funerali pubblici, lo strazio dei familiari, nulla è stato fatto. Sarebbe opportuno affiancare agli ispettori del lavoro i militari, non possiamo più attendere che il Governo sblocchi le assunzioni all'Ispettorato». Assunzioni che invece l'assessore regionale al Lavoro, Corrado Gabriele, continua chiedere da un anno: «È inaudito che nei cantieri in cui si spende denaro pubblico si consumino tragedie come questa — dice —. Dall'inizio del 2008 contiamo 84 morti bianche in Campania, uno stillicidio che bisogna tamponare con nuovi ispettori, invece rischiamo di veder calare drasticamente gli investimenti stanziati dal precedente governo in un così delicato settore. Il 10 dicembre al Coordinamento regionale di prevenzione e vigilanza valuteremo un documento da presentare al governo per chiedere, ancora, di sbloccare le assunzioni all'Ispettorato ». In serata con l'Ugl tutti i sindacati di categoria hanno proclamato per lunedì uno sciopero simbolico, dalle 9 alle 9.11 a Napoli Centrale.(Lu.Mar.)

Lunedì si ferma l'Anm
Sciopero della linea 1 del metrò Oggi stop dalle 9 alle 17

NAPOLI - Oggi disagi per lo sciopero del metrò. L'agitazione è stata dichiarata dai macchinisti dell'Orsa e coinvolgerà la linea 1 di Metronapoli. Dalle 9 alle 17 gli utenti potranno avere difficoltà a spostarsi sulla tratta collinare ma sono comunque garantite alcune fasce orarie. Per maggiori informazioni si può chiamare il numero verde 800568866. Difficoltà potrebbero esserci anche sulla linea 2 Fs, per uno sciopero relativo però a Trenitalia.
Problemi anche lunedì, si comunica che la Cub Trasporti ha proclamato uno sciopero nazionale di 24 ore. L'Anm garantisce il servizio nelle fasce orarie 5.30-8.30 e 17-20 e si scusa per gli eventuali disagi.

 

28 novembre 2008 - Il Riformista

Uno sciopero viene, uno va

La Cub Trasporti ha proclamato per lunedì 1 dicembre lo sciopero nazionale di 24 ore per il rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro degli autoferrotranvieri. Intanto Il Tar del Lazio ha nuovamente respinto il ricorso dell'Orsa, settore ferrovie, contro la precettazione del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteoli. Lo sciopero di 8 ore previsto per oggi è stato spostato a data da destinarsi.

 

28 novembre 2008 - Il Piccolo

POSSIBILI DISAGI
Autobus, lunedì sciopero indetto da Cub Trasporti

Trieste - Lunedì possibili disagi per chi viaggia in autobus o deve recarsi agli sportelli di Trieste Trasporti. La Cub Trasporti ha proclamato lo sciopero nazionale di 24 ore nel settore del trasporto pubblico locale. Anche nel Friuli Venezia Giulia, gli iscritti al sindacato autonomo si asterranno dal lavoro per l’intera giornata, con esclusione delle fasce di garanzia previste dalle 6 alle 9 e dalle 13 alle 16. Trieste Trasporti fa sapere che comunque sarà garantito anche il servizio scuolabus.
La giornata di agitazione - si legge in un comunicato della Cub trasporti - è stata indetta per il rinnovo del Contratto nazionale di lavoro degli autoferrotranvieri 2008/2011, scaduto il 31 dicembre 2007, «che a tutt'oggi vede assenti le controparti datoriali (Asstra, Anav, Stato, Regioni, ed Enti locali). Il sindacato si contrappone «allo smantellamento dello stato sociale a partire dal settore dei trasporti, posto in atto dal governo Berlusconi sulla scia di quanto già tracciato dal governo Prodi; alla trattativa tra Confindustria e Cgil Cisl Uil per svuotare il contratto nazionale; all’affondo del governo sulle privatizzazioni; alla profonda crisi salariale».

Trieste Trasporti informa...

Trieste Trasporti informa che lunedì primo dicembre potrebbero verificarsi disagi sia nel servizio bus che negli sportelli aperti al pubblico: la RdB ha proclamato un’astensione dal lavoro di 24 ore per il personale viaggiante e interno. Saranno garantiti il servizio scuolabus e quelli minimi garantiti, dalle 6 alle 9 e dalle 13 alle 16

 

28 novembre 2008 - Corriere della Sera

L'agitazione indetta da Cobas e Cub trasporti
Lunedì si fermano tram, bus e metrò: rischio caos

Milano - Sciopero, lunedì prossimo, primo dicembre, del trasporto locale. L'agitazione è indetta da Cobas e Cub trasporti. A meno di colpi di scena, la protesta ridurrà il servizio di tram e bus ma la metropolitana dovrebbe funzionare. Nelle stazioni del metrò, infatti, il sindacato più rappresentato — l'Orsa— in questo caso non aderisce alla protesta. Lo sciopero di Cobas e Cub è nazionale e riguarda tutta la giornata. A Milano, il servizio di metropolitana, bus e tram gestito da Atm, così come quello offerto da Net (Nord Est Trasporti) sarà garantito al mattino fino alle 8.45 e poi dalle 15 alle 18. I disagi saranno quindi concentrati dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 alla fine del servizio. Cobas e Confederazione unitaria di base protestano per il mancato rinnovo del contratto nazionale di categoria, scaduto ormai da un anno. Ma nei loro comunicati i sindacati di base fanno riferimento anche ad Atm. Si contestano, in particolare, la revisione degli accordi che riguardano gli operai addetti alla manutenzione.

 

27 novembre 2008 - Agi

TRASPORTI: CUB, SCIOPERO BUS E METRO 24 ORE LUNEDI'

(AGI) - Roma, 27 nov. - La Cub trasporti ha proclamato per lunedi' 1 dicembre lo sciopero nazionale di 24 ore nel settore del Trasporto pubblico locale. L'astensione dal lavoro, informa una nota, sara' cosi' articolata: movimento urbano ed extraurbano, dall'inizio alla fine dei servizi del primo dicembre con rispetto delle fasce garanzia stabilite a livello locale; impiegati, impianti fissi, officine, dalle ore 00.00 del primo dicembre alle ore 24. "Questa giornata di agitazione", aggiunge la nota, "segue lo sciopero del 30 settembre e lo sciopero generale di tutte le categorie indetto dal sindacalismo di base il 17 ottobre scorso. E' stata indetta per il rinnovo del Ccnl degli autoferrotranvieri 2008/2011, scaduto il 31 dicembre 2007".

 

27 novembre 2008 - Adnkronos

TRASPORTO LOCALE: TORINO, LUNEDÌ STOP MEZZI PUBBLICI PER SCIOPERO CUB

Torino, 27 nov. - (Adnkronos) - Sciopero di 24 ore lunedì a Torino indetto da Cub-Rdb a sostegno del rinnovo del contratto integrativo. dall'agitazione saranno interessati tutti i servizi di trasporto di Gtt, Gruppo torinese trasporti. Tram, autobus e metrò saranno comunque assicurati nelle previste fasce di garanzia: metropolitana, servizio urbano e suburbano della città dalle 6 alle 9 e dalle 12 alle 15, mentre le autolinee extraurbane e le ferrovie Torino-Ceres e Canavesana da inizio servizio alle 8 e dalle 14.30 alle 17.30.

ROMA: ATAC, LUNEDÌ POSSIBILI DISAGI PER SCIOPERO TPL

Roma, 27 nov. - (Adnkronos) - Lunedì prossimo a Roma sono in programma tre diverse agitazioni nel settore del trasporto pubblico. Lo comunica Atac spa spiegando che la prima, dalle 8,30 alle 12,30, annunciata dai sindacati confederali, riguarderà la società Trambus Spa, che ha in gestione la maggior parte dei collegamenti bus della città, i filobus del 90Express e le linee tranviarie. La seconda agitazione, indetta dall'organizzazione sindacale Orsa, tra le 9 e le 13 interesserà la società Metropolitana di Roma, che gestisce le due linee del metrò e le ferrovie regionali Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Infine, sempre lunedì 1 è previsto un terzo sciopero, questa volta di 24 ore, indetto dalle sigle sindacali di base Rdb-Cub e Slai Cobas. Coinvolte le società Trambus Spa, Met.Ro Spa e Tevere Tpl S.c.a.r.l., che ha in gestione le linee bus della periferia. In quest'ultimo caso, soppressioni di corse per bus, tram, metropolitane e ferrovie per Ostia, Giardinetti e Viterbo, saranno possibili dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Dunque, lunedì prossimo a Roma per il trasporto pubblico saranno possibili disagi tra le 8,30 e le 17 e tra le 20 e la fine delle corse. Le difficoltà maggiori per l'utenza, però, potrebbero registrarsi tra le 8,30 e le 13, quando le diverse proteste si sommeranno. Due notti di possibili disagi per le linee «n» Da tener presente, che lo sciopero di 24 ore potrà avere dei riflessi anche sul servizio delle linee notturne, sia nella notte tra domenica 30 novembre e lunedì 1 dicembre, che in quella tra l'1 e il 2 dicembre. Tutte le informazioni al numero di Atac Spa 06 57003, operativo tutti i giorni, 24 ore su 24, o sul sito internet www.atac.roma.it

TRASPORTO LOCALE: LUNEDÌ SCIOPERO NAZIONALE CUB-SLAI COBAS
A MILANO SERVIZIO GARANTITO FINO ALLE 8,45 E TRA 15 E 18

Milano, 27 nov. (Adnkronos)- Per lunedì primo dicembre le organizzazioni sindacali CUB Trasporti e SLAI COBAS hanno indetto uno sciopero nazionale di 24 ore. Le modalità di adesione previste per il trasporto pubblico variano da città a città. A Milano, il servizio di metro, bus e tram sarà garantito al mattino fino alle 8,45 e dalle 15 alle 18. A livello territoriale, con possibile astensione dalle 18 alle 22, hanno aderito anche Fildiai Cildi e Sama Faisa Confail. Come di consueto, spiega una nota, ATM attiverà il servizio di Infomobilità. I livelli di servizio per il trasporto di superficie e nelle metropolitane saranno comunicati in tempo reale attraverso annunci sonori, messaggi sui display delle paline e pensiline di fermata e sui video presenti nelle stazioni del metrò e a bordo dei bus. Costantemente aggiornate le emittenti radiofoniche.

 

27 novembre 2008 - Omniroma

TRASPORTI, ATAC: LUNEDÌ SCIOPERO, 3 LE PROTESTE PREVISTE IN CITTÀ

(OMNIROMA) Roma, 27 nov - Lunedì prossimo, 1 dicembre, a Roma sono in programma tre diverse agitazioni nel settore del trasporto pubblico. Lo comunica Atac. La prima, dalle 8,30 alle 12,30, annunciata dai sindacati confederali, riguarderà la società Trambus Spa, che ha in gestione la maggior parte dei collegamenti bus della città, i filobus del 90Express e le linee tranviarie. La seconda agitazione, indetta dall'organizzazione sindacale Orsa, tra le 9 e le 13 interesserà la società Metropolitana di Roma, che gestisce le due linee del metrò e le ferrovie regionali Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Infine, sempre lunedì 1 è previsto un terzo sciopero, questa volta di 24 ore, indetto dalle sigle sindacali di base Rdb-Cub e Slai Cobas. Coinvolte le società Trambus Spa, Met.Ro Spa e Tevere Tpl S.c.a.r.l., che ha in gestione le linee bus della periferia. In quest'ultimo caso, soppressioni di corse per bus, tram, metropolitane e ferrovie per Ostia, Giardinetti e Viterbo, saranno possibili dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Dunque, lunedì prossimo a Roma per il trasporto pubblico saranno possibili disagi tra le 8,30 e le 17 e tra le 20 e la fine delle corse. Le difficoltà maggiori per l'utenza, però, potrebbero registrarsi tra le 8,30 e le 13, quando le diverse proteste si sommeranno. Da tener presente, che lo sciopero di 24 ore potrà avere dei riflessi anche sul servizio delle linee notturne, sia nella notte tra domenica 30 novembre e lunedì 1 dicembre, che in quella tra l'1 e il 2 dicembre.

 

27 novembre 2008 - Ansa

SCIOPERI: CUB TRASPORTI, STOP TRASPORTO LOCALE 1 DICEMBRE

(ANSA) - ROMA, 27 NOV - Sciopero nazionale di 24 ore degli addetti al trasporto pubblico locale, proclamato dalla Cub Trasporti per lunedì 1 dicembre. L'astensione dal lavoro, informa il sindacato di base, che riguarderà i collegamenti urbane ed extraurbani con rispetto delle fasce garanzia stabilite a livello locale, è stata indetta per «il rinnovo del contratto nazionale degli autoferrotranvieri, scaduto il 31 dicembre 2007, che a tutt'oggi vede assenti le controparti datoriali». La Cub Trasporti chiede tra l'altro, su legge, «un aumento di 180 euro per il biennio 2008/2009, insieme all'introduzione di un meccanismo automatico di adeguamento salariale legato agli aumenti dei prezzi e a difesa della pensione pubblica ed al rilancio del contratto nazionale; il superamento del precariato e la tutela dei livelli occupazionali, invertendo il ricorso alle esternalizzazioni e sub-affidamenti; la difesa ed il potenziamento del trasporto che deve rimanere pubblico».

TRASPORTI: ATAC; LUNEDÌ TRE SCIOPERI, POSSIBILI DISAGI

(ANSA) - ROMA, 27 NOV - Lunedì in seguito ad uno sciopero trasporto pubblico possibili disagi per bus, tram, metro e treni tra le 8,30 e le 17 e tra le 20 e la fine delle corse. Lo annuncia una nota dell'Atac, nella quale si precisa che, in quella giornata, sono previsti due scioperi di 4 ore e una terza agitazione dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 alle 24. La prima, dalle 8,30 alle 12,30, è stata annunciata dai sindacati confederali e riguarderà la società Trambus Spa, che ha in gestione la maggior parte dei collegamenti bus della città, i filobus del 90 Express e le linee tranviarie. La seconda agitazione, indetta dal sindacato Orsa, è tra le 9 e le 13 e interesserà la società Metropolitana di Roma, che gestisce le due linee del metrò e le ferrovie regionali Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Infine, è previsto un terzo sciopero, questa volta di 24 ore, indetto dalle sigle sindacali di base Rdb-Cub e Slai Cobas. Coinvolte le società Trambus Spa, Met.Ro Spa e Tevere Tpl Scarl, che gestisce le linee bus della periferia. In quest'ultimo caso, soppressioni di corse per bus, tram, metropolitane e ferrovie per Ostia, Giardinetti e Viterbo, saranno possibili dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio.

TRASPORTI: MILANO; ATM, MODALITÀ SCIOPERO CUB-SLAI COBAS

(ANSA) - MILANO, 27 NOV - Per lunedì prossimo primo dicembre le organizzazioni sindacali Cub Trasporti e Slai Cobas hanno proclamato uno sciopero nazionale di 24 ore dei trasporti pubblici. Le modalità di adesione varieranno da città a città. A Milano, il servizio di metro, bus e tram gestito da Atm, così come quello gestito da Net (Nord Est Trasporti), sarà garantito al mattino fino alle 8.45 e dalle 15 alle 18. A livello territoriale, con possibile astensione dalle 18 alle 22, hanno aderito anche Fildai Cildi e Sama Faisa Confail.

 

27 novembre 2008 - Reuters

Trasporto pubblico, lunedì sciopero nazionale Cub

MILANO (Reuters) - I sindacati dei Cub - Confederazione unitaria di base - hanno indetto per lunedì primo dicembre uno sciopero nazionale per il trasporto pubblico locale. Lo sciopero - convocato per protestare contro il mancato rinnovo del contratto nazionale 2008- 2011 di tutti gli autoferrotranvieri - durerà 24 ore. "Contro i pesanti attacchi alle condizioni di vita e di lavoro susseguitesi, dall'accordo del luglio 1993 ad oggi, da parte di tutti i governi. A sostegno di una piattaforma rivendicativa realmente alternativa", si legge in una nota inviata dai Cub. Il contratto nazionale per gli autoferrotranvieri è scaduto lo scorso 31 dicembre.

 

27 novembre 2008 - Dire

TRASPORTI. LUNEDI' 1 DICEMBRE IN PROGRAMMA TRE SCIOPERI

(DIRE) Roma, 27 nov. - Lunedi' 1 dicembre sono in programma tre diverse agitazioni nel settore del trasporto pubblico. La prima, dalle 8.30 alle 12.30, annunciata dai sindacati confederali, riguardera' la societa' Trambus Spa, che ha in gestione la maggior parte dei collegamenti bus della citta', i filobus del 90Express e le linee tranviarie. La seconda agitazione, indetta dall'organizzazione sindacale Orsa, tra le 9 e le 13 interessera' la societa' Metropolitana di Roma, che gestisce le due linee del metro' e le ferrovie regionali Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Infine, sempre lunedi' 1 e' previsto un terzo sciopero, questa volta di 24 ore, indetto dalle sigle sindacali di base Rdb-Cub e Slai Cobas. Coinvolte le societa' Trambus Spa, Met.Ro Spa e Tevere Tpl Scarl, che ha in gestione le linee bus della periferia. In quest'ultimo caso, soppressioni di corse per bus, tram, metropolitane e ferrovie per Ostia, Giardinetti e Viterbo, saranno possibili dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Dunque, lunedi' prossimo a Roma per il trasporto pubblico saranno possibili disagi tra le 8.30 e le 17 e tra le 20 e la fine delle corse. Le difficolta' maggiori per l'utenza, pero', potrebbero registrarsi tra le 8.30 e le 13, quando le diverse proteste si sommeranno. Due notti di possibili disagi per le linee "n" Da tener presente, che lo sciopero di 24 ore potra' avere dei riflessi anche sul servizio delle linee notturne, sia nella notte tra domenica 30 novembre e lunedi' 1 dicembre, che in quella tra l'1 e il 2 dicembre. Tutte le informazioni al numero di Atac Spa 06/57003, operativo tutti i giorni 24 ore su 24 o sul sito Internet www.atac.roma.it.

 

27 novembre 2008 - Apcom

Trasporto locale/ Cub: sciopero nazionale 24 ore primo dicembre
A sostegno vertenza rinnovo contratto nazionale

Roma, 27 nov. (Apcom) - Disagi in vista per il trasporto pubblico locale. La Cub Trasporti ha proclamato per lunedì 1 dicembre lo sciopero nazionale di 24 ore che segue lo sciopero del 30 settembre e lo sciopero generale di tutte le categorie indetto dal sindacalismo di base il 17 ottobre scorso. Lo sciopero, riferisce la Cub, è stato indetto per il rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro degli autoferrotranvieri 2008/2011, scaduto il 31 dicembre 2007, che a tutt'oggi vede assenti le controparti datoriali, Asstra, Anav, Stato, Regioni, ed Enti locali. L'astensione dal lavoro sarà articolata, per quanto riguarda il movimento urbano ed extraurbano, dall'inizio alla fine dei servizi del primo dicembre con rispetto delle fasce garanzia stabilite a livello locale; impiegati, impianti fissi, officine, dalla mezzanotte alle 24 del primo dicembre. La Cub trasporti, si legge nella nota, rivendica un aumento di 180 euro per il biennio 2008/2009, insieme all'introduzione di un meccanismo automatico di adeguamento salariale legato agli aumenti dei prezzi e a difesa della pensione pubblica ed al rilancio del contratto nazionale; il superamento del precariato e la tutela dei livelli occupazionali, invertendo il ricorso alle esternalizzazioni e sub-affidamenti, definendo in modo "stringente" la sicurezza e tutela della salute dei lavoratori, rivedendo l'accordo del 19 settembre 2005 sul trattamento di malattia, definendo finalmente il percorso e le regole per il riconoscimento dei lavori usuranti; la riduzione della forbice parametrale con riallineamento dei livelli retributivi; la difesa ed il potenziamento del trasporto che deve rimanere pubblico.

Trasporti/ Sciopero Cobas 1 dicembre, a Milano fasce garantite
Aderiscono anche Cub Trasporti,Fildiai Cildi e Sama Faisa Confail

Milano, 27 nov. (Apcom) - Per lunedì 1 dicembre le organizzazioni sindacali Cub Trasporti e Slai Cobas hanno indetto uno sciopero nazionale di 24 ore. Le modalità di adesione previste per il trasporto pubblico variano da città a città. A Milano, si legge in una nota di Atm, il servizio di metro, bus e tram sarà garantito al mattino fino alle 8,45 e dalle 15 alle 18. A livello territoriale, con possibile astensione dalle 18 alle 22, hanno aderito anche Fildiai Cildi e Sama Faisa Confail. Come di consueto, Atm attiverà il servizio di Infomobilità. I livelli di servizio per il trasporto di superficie e nelle metropolitane saranno comunicati in tempo reale attraverso annunci sonori, messaggi sui display delle paline e pensiline di fermata e sui video presenti nelle stazioni del metrò e a bordo dei bus. Costantemente aggiornate le emittenti radiofoniche.

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni