Argomento:

Articoli sciopero personale di Save

Venezia -

27 maggio 2009 - La Nuova Venezia

DISAGI IN AEROPORTO

Voli cancellati o spostati a Treviso per lo sciopero dei Cub-Trasporti

Venezia - Le adesioni allo sciopero in aeroporto sono «significative», secondo il sindacato Cub- Trasporti di Venezia, che aveva proclamato da solo uno sciopero di 24 ore per il personale di Save e delle società di handling (GH, Aviapartner e Ata-ex Sav). Per la Cub Trasporti (confederazione unitaria di base) «la protesta ha registrato un’adesione quasi totale dei lavoratori aeroportuali; esclusi i comandati e gli interinali e i contratti a termine, ricattabili, che si sono limitati a prestare la loro opera senza andare oltre il proprio normale orario di lavoro». Subito dopo la fine della «prima fascia di voli garantiti», dalle ore 10 sono stati cancellati - secondo la Cub - almeno 6 voli in arrivo (Lione, Amsterdam, Parigi, Barcellona, Monaco e Dusserdorf) e almeno 10 voli in partenza (2 Barcellona, Lione, Monaco, Ddussendorf, Francoforte, Parigi e Zurigo), mentre altri voli sono stati dirottati a Treviso o in forte ritardo.

«E’ inaccettabile una situazione che vede trattare i lavoratori come sacchi di patate - dice Giampietro Antonini, coordinatore della Cub Trasporti - costretti a vivere la loro condizione di lavoro con una costante precarietà, ieri era Sav che trasferiva lavoratori ad Aviapartner (87 lavoratori per 13 voli in meno di Alitalia) e oggi è Aviapartner che, avendo perso il contratto di servizio con Air Franco e Klm (13 voli) intende trasferire 87 lavoratori a SAV oggi ATA. Ma a quanto sembra Ata non è disponibile e non sono neppure certi i criteri di trasferimento dei lavoratori».

 

27 maggio 2009 - Il Bologna

Trasporti. Lo sciopero delle Rdb Cub ha bloccato gli aerei in partenza per le maggiori città europee

Cancellati venti voli al Marcono ritardo dei treni per il cervellone

Da questa mattina dovrebbe risolversi la situazione per i pendolari e gli utenti delle ferrovie

di Gian Basilio Nieddu

Bologna - Caos all'aeroporto Marconi e ancora disagi, per la complessa attivazione del cervellone elettronico, alla stazione centrale di Bologna. Ieri lo sciopero delle Rdb Cub Trasporti, fermata di 24 ore dei lavoratori dell'handling, ha provocato la cancellazione di 11 voli in arrivo e 12 in partenza mentre, come da informazioni delle associazioni dei pendolari, molti treni hanno registrato ritardi consistenti. Per quanto riguarda il Marconi la mobilitazione è stata indetta, («nonostante la precettazione di massa e l'utilizzo di interinali e doppi turni, organizzati con il personale disponibile al crumiraggio»), dal sindacato di base che «denuncia il rapido decadimento della gestione quotidiana del personale - si legge in una nota - e le manovre elusive dei diritti dei lavoratori: dal ritardo nella disposizione dei turni mensili, all'aumento dei prezzi dei distributori automatici, le modifiche alle buste paga, l'assenza di informazioni sui contratti, gli stipendi diversi per lavoratori con le stesse mansioni». Critiche forti che arrivano anche a denunciare «L'imposizione ai lavoratori del pagamento di tesserini e badge, fino a 35 euro». Inoltre i sindacalisti denunciano «Gli esuberi nella FFM, società dedicata al settore merci, nata solo a gennaio scorso dallo smembramento di Marconi Handling: si tratta di 12 esuberi su 30 lavoratori complessivi». Problemi occupazionali anche se i sindacalisti denunciano: «Sottolineiamo che questo accade nello stesso momento in cui Marconi Handling assume 40 interinali e Bas numerosi stagionali, e mentre la SAB annuncia trionfalmente una crescita del 27% delle merci». Queste le rivendicazioni mentre ieri sono stati soppressi voli in arrivo e in partenza da e per Amsterdam, Francoforte, Lione, Monaco, Parigi, Praga, Vienna. Altri tre voli da e per Amsterdam, Londra e Lamezia sono stati dirottati su altri scali. Non va meglio in stazione dove la non facile operazione di attivazione del nuovo cervellone ha creato disagi «Le ferrovie ci hanno assicurato che da domani alle cinque - oggi per chi legge, ndr - la situazione dovrebbe riallinearsi. Ci sono stati dei posizionamenti su Rioveggio per dei treni da Verona - spiega Renato Golini del Comitato pendolari linea Verona-Bologna- ci sono stati ritardi, qualcuno ha perso il treno». La situazione si sta stabilizzando ma per evitare eventuali disagi le FS mettono a disposizione le navette. Insomma meglio prevenire «Ho ricevuto centinaia di mail con richieste di informazioni, quasi fossi un dipendente delle ferrovie - spiega Golini - capisco che non sia stato facile far partire il cervellone ma speriamo che questa operazione ci dia dei vantaggi per il futuro».

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni