CAI e il personale ex AZ in cassa integrazione: Per cortesia, aiutate Veneziani (Uil) a conoscere bene di cosa parla!

Di cosa parla Marco Veneziani (UIL)?

Nazionale -

Da un articolo apparso oggi sul quotidiano on line “Prisma News”, abbiamo dovuto leggere l’affermazione del segretario della Uiltrasporti, Marco Veneziani, che “per quanto concerne gli Assistenti di Volo con qualifica e in cassa integrazione, nessun problema: sono tutti già dentro..”

Questa affermazione seguiva la domanda del cronista relativa alla singolarità degli annunci di ricerca di nuovi naviganti di cabina aveva fatto pubblicare da Alitalia CAI mentre risultava che tanti pari categoria ex Alitalia si trovassero ancora in cassa integrazione.

Purtroppo, ci troviamo costretti a smentire categoricamente quanto apparso su quest’articolo: Ad oggi le stesse fonti istituzionali parlano di almeno 4200 dipendenti ex Alitalia in Cassa integrazione delle varie categorie; Di questi almeno 900 sono Assistenti di Volo ex Alitalia; Tra questi almeno 300 non raggiungeranno mai l’età pensionabile, molti di loro più che quarantenni con famiglia a carico e situazioni sociali difficili; Un numero elevato tra coloro che sarebbero dovuti arrivare alla pensione con i requisiti stabiliti negli accordi del settembre 2008, si trovano fuori da tali numeri a causa dell’evoluzione normativa in atto. Quindi, le affermazioni del segretario del trasporto aereo della Uiltrasporti sono errate.

Inoltre, dobbiamo ricordare che, del migliaio di precari Assistenti di Volo in forza nel 2008, dei quali molti con almeno 8 anni di contratti sulle spalle, solo un terzo è stato “ri-selezionato” dalla CAI e tuttora si trova senza avere raggiunto la stabilizzazione, nello stesso bacino con precari di pochi mesi di anzianità provenienti da AirOne. La verità è che Alitalia sta procedendo alla ricerca ed alla formazione di nuovi Assistenti di Volo, ultima trovata nella campagna di macelleria sociale portata avanti con allucinante meticolosità dalla Dirigenza con la complicità di da tanti protagonisti governativi, istituzionali e sindacali, ivi compreso la sigla del Sig. Veneziani. La stessa questione, richiamata nell’articolo, del rinvio a ottobre delle chiamate concordate a marzo, sembra l’ennesima presa in giro: non si assume in alta stagione ma lo si fa quando l’attività decresce… Per cortesia, aiutate il segretario della Uiltrasporti a conoscere la verità, prima che faccia altre brutte figure.

10 maggio 2011

USB Lavoro Privato

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni