Comunicato ai lavoratori - Accordo Ammortizzatori Sociali gruppo Alitalia

Nazionale -

Nella giornata di ieri USB ha firmato e perfezionato il verbale preso in esame nelle giornate precedenti, in un confronto con l’azienda protrattosi lungamente. L'accordo regolerà gli ammortizzatori sociali per tutte le categorie Alitalia, terra e naviganti. Si tratta di uno strumento per la difesa dell'occupazione che evita esuberi strutturali ed è questo lo spirito per cui è stato sottoscritto da noi.


Come abbiamo sempre affermato la difesa di ogni posto di lavoro è stata la nostra priorità assoluta al di fuori di logiche d’interessi particolari.


Rispetto alle voci circolate, riferite alle dichiarazioni dell’AD Del Torchio, nella scia di un accordo appena siglato, affermiamo che è stata fatta una scelta molto precisa che riguarda l’impostazione della trattativa. Oggi ritornare sulle questioni del costo del lavoro dopo aver separato in due tempi le fasi del confronto, è fuori luogo. USB resta ferma nell’intenzione di comprenderequali saranno le future scelte strategiche nelle fasi di verifica e controllo previste dall'accordo.

In questo senso, confermiamo che il tema del CCNL è da rimandare a tempi successivi al risanamento di Alitalia e alla chiusura delle altre crisi del Trasporto Aereo.



In premessa una considerazione è necessaria; USB si è seduta ai tavoli di trattativa con la massima serietà e con la convinzione che, al punto in cui è stata portata l’azienda, l’unico modo per non gravare ulteriormente sui lavoratori fosse di affrontare i problemi rapidamente. Questo non sempre è stato possibile e non per nostra volontà.


Hanno pesato molto in negativo le liturgie, dove l’ego smisurato di qualche dirigente sindacale ha imposto dilazioni e segregazioni di tavolo che nulla hanno a che vedere con l’analisi dei documenti, le proposte e gli interessi dei lavoratori. Ci chiediamo come sia possibile ragionare ancora in questi termini sapendo bene quali sono le responsabilità che questi signori condividono rispetto alla gestione di questi cinque anni.


Precisiamo per non generare confusione, che Cityliner non è coinvolta negli accordi.


Entrando nel merito, sono stati accolti temi portati da USB alla discussione:


  • le richieste di garanzie per l’occupazione sulle precedenti procedure marzo 2011 e dicembre 2012 nelle previsioni di non opposizione alla CIGS a zero ore.

  • l’anticipo da parte dell’azienda in favore dei dipendenti, dei regimi d’integrazione salariale INPS e dell’FSTA che, in considerazione della situazione economica dell’azienda, per i restanti mesi dell’anno corrente, sarà transitoriamente erogato il primo giorno del mese successivo.


Per ciò che attiene agli accordi di solidarietà la media attribuita al personale di volo, la riduzione è di circa il 25% della prestazione lavorativa mensile pari a cinque giornate medie per le aziende del gruppo CAI, CAI First, Cai Second, Airone da erogarsi per qualifica secondo questo schema:


  • AV Cai , Cai First, Cai Second n. 5 giornate mensili pro capite suscettibile di variazioni fino a un massimo di 13 o in decremento

  • AV Air One n. 4 giornate mensili pro capite, suscettibile di variazioni fino a un massimo di 13 o in decremento

  • AVR2 Cai, Cai First, Cai second n. 3 giornate medie mensili pro capite suscettibili di variazioni fino a un massimo di 13 o in decremento

  • AVR2 Air One n. 3 giornate medie mensili pro capite suscettibili di variazioni fino a un massimo di 13 o in decremento

  • AVR Cai n. 4 giornate medie mensili pro capite suscettibili di variazioni fino a un massimo di 13 o in decremento


Per il personale part time il numero delle giornate di Sod sarà direttamente riproporzionato.

E’ possibile utilizzare il Caf nei periodi di Sod.


Registriamo che l’azienda ha perso un’occasione per armonizzare l’istituzione della Soe, arnese e strumento risalente al 2009, al nuovo regime dando un segnale d’indisponibilità su questo tema. Ciò comporta che rimanendo tale la situazione, sarà costretta farsi carico delle inevitabili conseguenze di successivi contenziosi, davvero fuori da ogni logica di questo momento delicato.


Le riparametrazioni degli istituti menzionati saranno attentamente analizzate e sarà pubblicata una FAQ sull’intranet aziendale per rispondere alle domande in merito all'applicazione.


Entro Aprile, saranno convocati gli incontri per monitorare la perequazione e la corretta attribuzione di giornate e di attività di volo al netto delle richieste specifiche di maggiori quantità espresse individualmente. Da lunedì saranno approfonditi tutti i temi legati agli aspetti applicativi e saranno fornite tempestive informazioni ai lavoratori.


USB rileva che ancora rimangono le criticità delle condizioni aziendali. In questi giorni sta continuando il lavoro di esplorazione da parte di Ethiad, interessata a entrare nel capitale sociale, con la due diligence avviata.


Siamo convinti che quest’azienda rappresenti un assett strategico del trasporto aereo e che il ruolo del governo sia indispensabile al mantenimento di tutte le garanzie. Rilanciamo la richiesta di forte intervento dello Stato, ovvero di controllo della compagnia, nella cornice di un ridisegno del sistema delle regole del T.A. Per questa ragione sono tuttora valide e inquadrate in una dimensione più ampia, le motivazioni generali dello sciopero del 21 febbraio p.v.

Daremo tempestive comunicazioni e aggiornamenti nei prossimi giorni.

 

RRSSAA AA/VV Alitalia Cai Smart Carrier Cityliner

USB Lavoro Privato T.A.


Fiumicino, 15 febbraio 2014

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni