COMUNICATO STAMPA- MERIDIANA. UNA CATENA UMANA PER IL DIRITTO AL LAVORO

Nazionale -

L' USB è al fianco dei lavoratori di Meridiana  e della multinazionale di consulenza alle imprese Accenture che questa mattina con una catena umana per  il diritto al lavoro hanno percorso tutta l Italia.

La protesta intitolata ‘Incateniamoci al diritto al lavoro’, si  è svolta a Roma, Milano, Verona, Olbia, Cagliari e Palermo.

I lavoratori di Meridiana e della multinazionale di consulenza alle imprese Accenture, hanno unito le braccia, il coraggio e  la rabbia contro i licenziamenti che incombono su di loro.

A rischio ci sono 1.634 posti dopo la conferma da parte di Meridiana del fallimento del tavolo interministeriale, mentre ieri  sono stati licenziati in tronco con la procedura di mobilita’ i 262 dipendenti della sede di Palermo di Accenture in una Sicilia gia’ in agonia per la crisi.

A dare forza alla protesta i due
"condottieri" di Meridiana da 18 giorni su un palo della luce alto 38 metri all aeroporto di Olbia e  da 7 in sciopero della fame.

I ‘#262acasa’ di Accenture e le ‘magliette rosse’ di Meridiana hanno esposto uno striscione con la scritta “Art.1: l’Italia è una Repubblica fondata sul silenzio delle istituzioni di fronte alla privazione del diritto al lavoro”.
Questo succede nell’Italia dello sbandierato rilancio, dell’ottimismo dei selfies e dove si dibatte di articolo 18
L' USB continuerà a battersi contro i licenziamenti e per la dignità del lavoro.

Fiumicino,  1 novembre 2014
USB Lavoro Privato

Per contatti: Francesco Staccioli
3483849783

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni