DEBUTTA L'ECO PASS SENZA TROPPI SCOSSONI....

MA L’AUMENTO DEL TRASPORTO PUBBLICO CITTADINO È SOLO SULLA CARTA.

 

 

 

 

 

ATM non riesce a fornire il servizio di trasporto pubblico promesso dal sindaco Moratti.

 

 

 

Lunedì 7 gennaio nel solo deposito automobilistico di V.le Sarca (il più grande) dalle primissime ore del mattino sono state soppresse 34 vetture a causa dei troppi guasti alle quali si sono aggiunte altre 20 vetture in meno per la mancanza di autobus di scorta.

 

 

 

Non è andata molto meglio al deposito automobilistico di V.le Giambellino (il secondo più grande) dove addirittura alle ore 11 circa, in prossimità del quartiere Lorenteggio un autobus della linea 64 ha preso fuoco ed è bruciato completamente, danneggiando anche due auto in sosta.

 

Per domare le fiamme è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco.

 

Pare che a scatenare le fiamme sia stato proprio il cattivo funzionamento, dovuto alla scarsa manutenzione, del filtro CRT (antiparticolato), che invece dovrebbe limitare l’emissione di polveri sottili.

 

 

 

La situazione è andata leggermente normalizzandosi nella tarda mattinata.

 

 

 

Ogni mattina decine e decine di BUS non escono dai depositi a causa dei troppi guasti, alla faccia dei proclami di aumento del servizio pubblico.

 

 

 

La Maggiore criticità, che rischia di portare al collasso, si registra proprio al deposito di V.le Sarca dove gli operai dalle officine sono costretti a lavorare in condizioni proibitive a causa del decadimento dell’intera struttura, nonché dalla mancanza di riscaldamento all’interno dei capannoni, dovuto ad un guasto che si protrae già da diverse settimane. Gli operai sono, quindi, in stato di agitazione, nella completa indifferenza dell’ATM e della proprietà, il Comune di Milano.

 

 

 

L’unico rimedio proposto da ATM è l’aumento della flessibilità, dell’orario e dei carichi di lavoro a danno degli operai. La mancanza di pezzi di ricambio, di attrezzi, di strutture idonee alla corretta manutenzione dei mezzi non viene nemmeno presa in considerazione.

 

 

 

Venerdì 25 gennaio 2008 risponderemo a questo stato di abbandono del servizio pubblico e della manutenzione dei mezzi, relegato a mera propaganda, con uno sciopero (l’ottavo) di 24 ore di tutto il personale ATM.

 

 

 

9/1/2008 A.L.Cobas-Cub Trasporti Atm Milano

 

 

 

per info 347/9128012

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni