Argomento:

ENNESIMO COMPORTAMENTO ANTISINDACALE NEI CONFRONTI DELLA CUB TRASPORTI

L’AZIENDA NON RIUSCIRÀ AD IMBAVAGLIARE CHI SI BATTE CONTRO LO SMEMBRAMENTO E LA PRECARIETÀ

Il 4-12-07 è stato consegnato un altro provvedimento disciplinare (una multa) ad Antonio Amoroso in merito ai fatti avvenuti il 31-10-07.

 

A quanto pare l’azienda ritiene molto scomoda l’attività sindacale della Cub Trasporti e gli interventi effettuati a nome e per conto di quella O.S. dai nostri rappresentanti:

 

 la denuncia sull’illegittimo utilizzo dei Co.Co.Pro. e sull’evasione contributiva perpetrata sia da Alitalia che da Alitalia Servizi, ambedue sanzionate dall’Ufficio Provinciale del Lavoro di Roma;

 

 la lotta contro la precarietà tra cui la proclamazione dello Sciopero Generale del 9.11.2007 nonché l’indizione di sciopero contro la precarietà allo scalo per il 14-12-07;

 

 

 l’indizione delle votazioni dei rappresentanti dei lavoratori (R.S.U.) nei settori che Alitalia Servizi intende dimettere (informatica, amministrazione, call-center).

 

Evidente a tale proposito è l’intenzione dell’azienda di danneggiare la Cub Trasporti e di screditare un rappresentante nell’esercizio delle sue funzioni: non a caso l’azienda contesta ad A. Amoroso che “ …..si dedicava, all’interno dei locali aziendali, ad attività per conto proprio quale la distribuzione di volantini.”

 

Altro che per proprio conto ma per la difesa dei precari e dei lavoratori minacciati dalle cessioni di ramo d’azienda!

 

Altro che per proprio conto ma per dotare i lavoratori di una rappresentanza libera ed indipendente:

 

 capace di riportare il confronto e le decisioni nelle assemblee, tra coloro che subiscono l’effetto di firme-e-firmette di cui neppure sono informati (…sono anni che i rappresentanti delle altre oo.ss. non indicono più assemblee aperte a tutti i lavoratori!)

 

 capace di far sentire la voce della categoria, la volontà ed i bisogni dei lavoratori;

 

 svincolata dal ricatto delle agibilità in cambio della firma di accordi a perdere.

 

Ben altro sarebbe stato il comportamento aziendale se, invece di volantini sindacali, fossero stati distribuiti comunicati pubblicitari: basta osservare l’accanimento con cui alcuni rappresentanti della gestione del personale si affannano a staccare dalle pareti i nostri comunicati mentre fanno finta di non vedere intere pareti di annunci economici e di pubblicità varie!

 

Ben altro è il comportamento aziendale con le altre OO.SS. di cui tollera il volantinaggio nei luoghi di lavoro: una disponibilità che travalica quanto consentito dalla legge e che palesa le reali ragioni dell’atteggiamento antisindacale e discriminatorio nei confronti della Cub Trasporti.

 

La CUB Trasporti non subirà intimidazioni ed agirà in ogni legittima sede e con ogni mezzo consentito per tutelare i suoi dirigenti, i diritti di chi lavora ed il libero svolgimento della propria attività sindacale.

 

Ai lavoratori chiediamo di non essere indifferenti, di non restare passivi a tali provocazioni che hanno lo scopo di provare a imbavagliare l’opposizione alle pesanti ristrutturazioni.

LA PAROLA PASSA AI LAVORATORI

VOTA ALLE ELEZIONI RSU-RLS IN AZ SERVIZI A MGL

11, 12, 13 DICEMBRE 2007

Roma, 5/12/07 C.U.B. Trasporti

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni