Argomento:

FERMIAMOLI ! ! !

COMUNE E DIRIGENZA GTT STANNO GIOCANDO

CON IL NOSTRO FUTURO E I SOLDI PUBBLICI,

 

Nelle recenti assemblee le RSU di CGIL-CISL-UIL hanno dimostrato di volere essere gli avvocati difensori delle scelte del Comune di suddividere GTT in due società e di procedere alle gare di appalto propinandoci argomenti tranquillizzanti del tipo “Genova è una situazione diversa da GTT perché l’AMT era un’azienda già fallita”.

 

Le  falsità e la disinformazione sono ormai gli unici strumenti a loro disposizione per tenere buoni i lavoratori. Infatti, l’AMT di Genova è vero che è fallita, ma solo dopo e a causa della divisione societaria, circa due anni dopo l'avvenuta della divisione stessa. A riguardo sono significative le dichiarazioni delle segreterie territoriali genovesi di Faisa-CISAL e Filt-CGIL, certamente attendibili, rilasciate il 22 giugno 2006 a “La Repubblica”: Andrea Gatto (Faisa-Cisal) “Le divisioni societarie hanno dimostrato di essere inutili. Due anni fa sono state separate AMT ed AMI e i problemi non sono stati risolti”; Guido Fassio (Filt-CGIL) “Per noi è chiarissimo che qualsiasi manovra non può essere fatta sulla pelle dei dipendenti; già la scelta di spezzare AMT in due società l’abbiamo subita e non eravamo entusiasti. I fatti ci stanno dando ragione, ma non vogliamo pagare i prezzi di queste scelte”.

 

L’esperienza della fallimentare divisione societaria della AMT di Genova dovrebbe essere sufficiente a convincere qualsiasi organizzazione sindacale, seriamente impegnata a tutelare i lavoratori, ad impegnarsi per impedire il ripetersi dei danni subiti dai colleghi genovesi questa volta a danno del personale GTT.

 

Non solo: come mai le gare di appalto nei servizi di raccolta rifiuti e nel trasporto ferroviario regionale sono state giustamente interpretate come minacce ai diritti dei lavoratori fino al punto di organizzare scioperi e cortei contro il Comune e la Regione mentre, invece, sulle gare di appalto in GTT soltanto RdB-CUB ha organizzato lo sciopero e tutte le altre OO.SS. propinano anestetici ai lavoratori? Perché si vuole ammansire i lavoratori GTT mentre i lavoratori AMIAT e FS stanno lottando contro le gare di appalto?

 

Oltre al problema della divisione societaria e delle gare di appalto ci sono due questioni che devono trovare soluzione in GTT: la prima è costituita dalle esternalizzazioni dei servizi di manutenzione e del trasporto passeggeri che vengono a costare circa 50 milioni di euro annui alla collettività, molto più di quanto costerebbero se gestite direttamente; la seconda è relativa alle “immobilizzazioni finanziarie” per l’acquisto di azioni di società terze e per prestiti non meglio definiti per un ammontare di circa 15 milioni di euro. Quei soldi devono rientrare nel bilancio ed essere distribuiti al personale GTT per aumenti economici consistenti in aggiunta alla elemosina dell’integrativo dell'11 giugno scorso che, vincolando in modo esponenziale il premio di risultato alle assenze annue, rappresenta un attacco al diritto alla nostra salute in quanto induce a lavorare anche l’ammalato per non perdere troppo economicamente.

 

NON PERMETTIAMO CHE NE IL COMUNE, NE GTT E NEPPURE I LORO AVVOCATI DIFENSORI

GIOCHINO CON IL NOSTRO FUTURO ED I SOLDI PUBBLICI

 

                                                                                                                                                segue

 

 

NO ALLA DIVISIONE SOCIETARIA ED ALLE GARE DI APPALTO, IL DECRETO LEGGE 135/09 CONSENTE L'AFFIDAMENTO DIRETTO, SENZA GARA, FINO A TUTTO IL 2011. QUINDI, NON C'È ALCUNA FRETTA.

 

TUTTE LE ESTERNALIZZAZIONI DEVONO ESSERE REINTERNALIZZATE PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DEI SERVIZI E RISPARMIARE NEI COSTI !

 

NO AI GIOCHI FINANZIARI CON I SOLDI PUBBLICI, I 15 MILIONI DI EURO DI “IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE” DEVONO ESSERE DISINVESTITI E DISTRIBUITI AI LAVORATORI GTT !

 

AUMENTI CONSISTENTI AL PERSONALE GTT IN AGGIUNTA ALLA ELEMOSINA DEL CONTRATTO INTEGRATIVO !

 

 

SCIOPERO

DI 4 ORE

LUNEDÌ 14 DICEMBRE 2009

 

 

 

con le seguenti modalità :

·         per il personale viaggiante urbano-suburbano, graduati ed assistenti alla clientela dalle ore 17,30 alle ore 21,30;

·         per il personale viaggiante extraurbano dalle ore 10,30 alle ore 14,30;

·         per il personale movimento ferroviario dalle ore 9 alle ore 13;

·         per il personale movimento di metropolitana dalle 17,30 alle 21,30;

·         per tutto il resto del personale GTT le ultime 4 ore del turno di servizio.

 

E QUESTO NON È CHE L’INIZIO

 

IL COMUNE E GTT SI PREPARINO PER UN 2010 PARTICOLARMENTE CALDO

 

 

7 dicembre 2009  

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni