Ferrovie della Calabria: blocchi stradali e assemblea permanente dei lavoratori

La Regione si è impegnata a sbloccare le risorse almeno per pagare il gasolio, ma al momento tutto è fermo.

Catanzaro -

 

I lavoratori di Ferrovie della Calabria hanno dato vita ad una assemblea permanente e adotteranno ogni forma di protesta utile per far sbloccare questa assurda situazione che si riversa con violenza su tutto il territorio calabrese penalizzando ulteriormente le già precarie condizione della mobilità regionale, difficoltà e disagi che pesano anche sull’utenza che devono fare i conti con il fermo degli autobus e dei treni.

Gli accordi siglati nei mesi precedenti dalle OO.SS. complici hanno riversato sui lavoratori il peso delle responsabilità aziendali e istituzionali rivelandosi una definitiva condanna per tutti gli addetti al settore senza dare alcuna prospettiva ad alcuna soluzione.

Fondi non versati o “spariti” per circa venti milioni di euro, un’intesa “stato –regione” inesistente e ancora una volta lavoratori e cittadini a pagarne le conseguenze.

Usb Lavoro Privato rimane al fianco dei lavoratori, dei cittadini, alle associazioni degli studenti, ai movimenti giovanili e ai lavoratori del settore per pretendere la certezza del servizio e del salario in quando “Diritto Sociale”.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni