I lavoratori delle biglietterie TPER e USB incontrano l’agenzia SRM

Bologna -

Il subappalto delle biglietterie Tper, diviso in lotti e giunto alla 5° proroga, bloccato da ricorsi e da dubbi di potenziali conflitti di interesse, sta producendo ulteriori effetti negativi sul servizio reso alla cittadinanza, oltre che prospettive gravi per i lavoratori coinvolti: di questo abbiamo ragionato stamane nell’incontro con SRM, l’agenzia competente a controllare la qualità del servizio reso all’utenza dal gestore del TPL bolognese, la società Tper Spa.

 

A seguito del confronto odierno sui disservizi che l’attuale gestione in subappalto produce per i cittadini saranno i lavoratori stessi, insieme a USB, a produrre a SRM ampia documentazione, per consentire un intervento efficace dell’agenzia.

 

SRM si dichiara invece incompetente ad intervenire sul fatto che le tutele per i lavoratori degli appalti approvate dal Comune di Bologna sono inefficaci per il personale delle biglietterie Tper e rimanda a Tper stessa ed al Comune la competenza ad intervenire per sanare questa incongruenza.

 

USB rilancia quindi l’urgenza di un intervento della Giunta Comunale che induca Tper ad un comportamento coerente con le indicazioni degli Enti Locali e cessi l’atteggiamento di chiusura finora tenuto su questi temi.

 

Il servizio di biglietteria è il front-line di Tper, è il principale accesso offerto all’utenza al trasporto locale, alle informazioni ed ai molteplici titoli di viaggio previsti, un servizio che deve essere gestito direttamente da Tper e recuperato come centrale nell’offerta data ai cittadini.

 

Lo stato di agitazione dei lavoratori delle biglietterie resterà con forza fino alla soluzione della grave situazione che oggi stanno vivendo.

 

Bologna, 20 febbraio 2020

 

 

USB – Unione Sindacale di Base Lavoro Privato

Settore Trasporti Emilia Romagna

 

Gianni Cremonini

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni