L'ASSISTENZA SANITARIA ai MARITTIMI E Ai NAVIGANTI NON DEVE PASSARE ALLE ASL!!!

Nazionale -

E’ chiaro a tutti che IL PASSAGGIO ALLE ASL DELL’ASSISTENZA SANITARIA DEI MARITTIMI NAVIGANTI E DELL’AVIAZIONE CIVILE rappresenta l’affossamento di una serie di tutele che oggi è ancora garantita dai SASN del Ministero della Salute. Per questo NON COMPRENDIAMO IL SILENZIO DEGLI ALTRI SINDACATI!
Con i tagli indiscriminati e con le file di attesa per ottenere una visita o un posto letto in ospedale
COME POTRANNO le ASL MANTENERE I LIVELLI GARANTITI OGGI dai SASN ai MARITTIMI ? COME SI POTRÀ ASSICURARE UN SERVIZIO UNIFORME AI MARITTIMI NAVIGANTI E
AEREI, se già oggi ci sono differenze di erogazione del servizio sanitario da Regione a Regione ? Se non saranno assicurati tempi brevi per le prestazioni medico-legali rischieranno grosso !!
L’OBIETTIVO ALLORA È QUELLO DI PEGGIORARE IL SERVIZIO AI MARITTIMI?
NOI NON CI STIAMO E INVITIAMO I MARITTIMI AD ALZARE ALTA LA VOCE DELLA PROTESTA E AD ORGANIZZARSI CON I LAVORATORI DEL MINISTERO SALUTE DEI SASN CHE OGGI EROGANO L’ASSISTENZA SANITARIA E ASSICURANO LE PRESTAZIONI MEDICO-LEGALI AI MARITTIMI ! !

CONFERMA il PASSAGGIO dell’ASSISTENZA dei MARITTIMI ALLE REGIONI-ASL, CONFERMA il trasferimento dei LAVORATORI e delle COMPETENZE dei SASN al Servizio Sanitario Nazionale=ASL e prevede i DPCM per individuare il personale, le risorse finanziarie, i livelli di assistenza e i relativi criteri e modalità di trasferimento e riparto tra le regioni, da adottare entro il 31 marzo 2013 e non più entro il 31/12/2012 con DPR..
MA ELIMINA le uniche poche note positive per i LAVORATORI : - NON C’È PIÙ la possibilità per il PERSONALE DI RUOLO in servizio presso i SASN di NAPOLI e
GENOVA di POTER OPTARE PER LA PERMANENZA NEI RUOLI DEL MINISTERO SALUTE !! - NON C’È PIÙ IL MANTENIMENTO DELLA SEDE DI SERVIZIO MA L’AMBITO PROVINCIALE !!
Nella bozza DPR 6 Luglio scorso era previsto il diritto di permanenza di 5 anni presso gli uffici regionali più vicino alla sede di provenienza, sparito !!
- NON C’È PIÙ IL TRATTAMENTO ECONOMICO COMPLESSIVO che DIVENTA RIASSORBIBILE !! Nella bozza DPR 6 Luglio scorso era NON RIASSORBIBILE, anch’esso sparito !!
- NON CÈ PIÙ L’APPLICAZIONE del CONTRATTO delle REGIONI MA del SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE=ASL !!
Nella bozza DPR 6 Luglio scorso era previsto che i RAPPORTI DI LAVORO SONO DISCIPLINATI DAL CONTRATTO delle REGIONI, anch’esso sparito !!
- NON PREVEDE AFFATTO LA RICOLLOCAZIONE, A SEGUITO DI MOBILITA’ VOLONTARIA, VERSO GLI UFFICI DELLA Pubblica Amministrazione, procedura già applicata nei casi di mobilità collettiva a seguito di cessione di competenza verso altro ente per VINCITORI DI CONCORSO PUBBLICO, richiesta avanzata più volte dalla USB-PI !!
SI RICORDA CHE NELL’ANNO IN CORSO 200 LAVORATORI ITALIANI, LICENZIATI DALLE BASI NSA USA PRESENTI IN ITALIA, SONO STATI RICOLLOCATI A SCELTA (CON MOBILITÀ VOLONTARIA) PRESSO MINISTERI E AGENZIE FISCALI !!
INVECE PER I LAVORATORI DEL MINISTERO SALUTE SI PROFILA UN TRATTAMENTO INGIUSTO E INDEGNO !!
- Il D.L. conferma che i rapporti con il PERSONALE AMBULATORIALE INFERMIERISTICO, TECNICO E DELLA RIABILITAZIONE sono disciplinati AD ESAURIMENTO da accordi collettivi nazionali di durata triennale stipulati dalla Struttura Interregionale Sanitari Convenzionati (SISAC). Negli accordi collettivi della medicina specialistica ambulatoriale del Servizio sanitario nazionale è ricompreso il personale ambulatoriale medico e delle altre professionalità sanitarie. Il predetto personale mantiene i rapporti convenzionali in essere, con tutti i rischi connessi.

L’unica nota positiva del D.L. Balduzzi è rappresentata dallo slittamento al 31/3/2012 perché consente di organizzare azione legale e lotta ed APRIRE UN CONFRONTO CON IL MINISTRO DELLA SALUTE, DEL LAVORO E DEGLI ALTRI DICASTERI AFFINCHÉ CI SIA UN RIPENSAMENTO SUL TRASFERIMENTO DELL’ASSISTENZA DEI MARITTIMI E DEL PERSONALE DEI SASN ALLE ASL PER CONSENTIRE L’UNICA SCELTA POSSIBILE:
LASCIARE L’ASSISTENZA
SANITARIA AI NAVIGANTI E I
DIPENDENTI DEI SASN
AL MINISTERO della SALUTE !!
 PERTANTO CARI LAVORATORI DEL MINISTERO SALUTE E CARI MARITTIMI, PER FAR CADERE STO’ TRASFERIMENTO DEI SASN ALLE ASL BISOGNA ESSERE UNITI E FARE PRESSIONI SUGLI ALTRI SINDACATI AFFINCHE’ SI UNISCANO AL CORO DI “NO” !!
 NON CONVINCONO PIU’ LE RASSICURAZIONI DEL DOTT. LEONARDI E DELLE ALTRE OO.SS. SUL PASSAGGIO ALLE ASL DEI DIPENDENTI DEL MINISTERO SALUTE E DELL’ASSISTENZA SANITARIA PRESTATA DAI SASN AI LAVORATORI MARITTIMI !!
 FACCIANO UN PASSO INDIETRO I SINDACATI CHE FINO AD OGGI HANNO DATO L’IMPRESSIONE DI SUBIRE PASSIVAMENTE QUESTO TRASFERIMENTO E SI UNISCANO ALLE RICHIESTE DEI LAVORATORI PER TENTARE DI SALVARE I SASN, CHE VOGLIONO CONTINUARE A VIVERE NEL MINISTERO DELLA SALUTE !!
    RIFLETTIAMO UN PO’ TUTTI:
SE VERAMENTE TUTTO RESTASSE IMMUTATO ANCHE DOPO IL PASSAGGIO ALLE ASL, COSI’ COME VOGLIONO FARCI CREDERE, ALLORA AVREBBERO LASCIATO TUTTO E TUTTI AL MINISTERO SALUTE, CHE SENSO AVREBBE AVUTO IL PASSAGGIO ALLE ASL ?!? DIRITTI E DIGNITA’ ! ! I LAVORATORI DEI SASN HANNO VINTO UN CONCORSO PUBBLICO E PRETENDONO DI RESTARE AL MINISTERO SALUTE INSIEME ALL’ASSISTENZA SANITARIA EROGATA AI MARITTIMI !!
NON SIAMO COSI’ STUPIDI DA CREDERE ALLE FAVOLE !!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni