LUNEDÌ 3 OTTOBRE 2011 SCIOPERO di 24 ORE del trasporto pubblico locale

Nazionale -

Il Governo continua con le sue manovre economiche tagliando il 70% delle risorse dedicate al trasporto pubblico locale.

 

Le istituzioni locali, le aziende e sindacati complici concertano il taglio del salario di secondo livello, aumento dei carichi di lavoro, maggiore flessibilità dei turni e, come se non bastasse, si denunciano esuberi di personale nel settore costituendo formalmente gli ammortizzatori sociali (cassa integrazione) per il settore.

 

Si confezionano piani industriali che colpiscono i livelli occupazionali non affrontando le problematiche delle gestioni “allegre” delle aziende che attraverso gli interessi che attraverso la politica, le parentopoli, appalti e sub appalti hanno depredato e continuano a depredare il denaro pubblico.

 

Ora non resta che tagliare il servizio e liberarsi di parte dei lavoratori:

 

IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE NON E' PIÙ UN SERVIZIO ESSENZIALE PER LA COLLETTIVITÀ ?

 

IL SETTORE NON DOVREBBE ESSERE PIÙ SOGGETTO

ALLA LEGGE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DEL

DIRITTO DI SCIOPERO!!!

 

Lunedì 3 Ottobre “fermiamoci per fermarli”:

 

  • Contro gli ulteriori tagli per il 2011

  • Contro il taglio di 1,5 miliardi per il 2012

  • Contro la diminuzione dei servizi e il taglio delle linee

  • Contro l’aumento delle tariffe

  • Contro l’utilizzo degli ammortizzatori sociali, più onerosi e sulle spalle della collettività

 

PER DIFENDERE:

  • Il futuro occupazionale di 150.000 lavoratori del settore

  • Il diritto alla mobilità

  • La volontà popolare espressa con il referendum del 12 e 13 giugno:

    i servizi pubblici devono restare PUBBLICI



* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni