Riviera Trasporti: ancora aggressioni al personale.

Imperia -

La nascita in Riviera trasporti del sindacato USB è messa subito alla prova nell'affrontare i problemi di sicurezza dei conducenti sempre più abbandonati ad una sorta di “roulette russa” nello svolgimento del delicato impiego professionale che ricoprono.


Oltre alle condizioni salariali inaccettabili percepite rispetto al lavoro che viene svolto (le più basse in Liguria), oggi anche l'incolumità fisica degli autisti viene messa nuovamente in gioco.


Sono ancora recenti i fatti di cronaca relativi ad aggressioni subite dal personale di controllo dei biglietti di viaggio (a difesa degli utenti che pagano regolarmente il servizio), cui ora si aggiunge quanto avvenuto in autostazione alle primissime ore del mattino della giornata di ieri.


Sembrerebbe dalle indicazioni avute che due giovani visti e richiamati da un conducente del turno di mattino, mentre erano intenti a gettare via le chiavi dei mezzi in sosta tentandone perfino l'avviamento, hanno ben pensato di passare alle vie di fatto, certi della loro impunità.

Sono eventi frutto di una cronica mancanza d'organizzazione e di risorse cui è necessario porre rimedio senza ulteriori ritardi!


Il centro della città è spesso teatro di bravate notturne ed il problema dei mezzi in sosta notturna all'esterno dell'autostazione in ambito aziendale è serio e già conosciuto. E' necessario che ognuno per la propria competenza faccia il possibile per custodire e controllare la sosta degli automezzi scongiurando azioni come quella nelle scorse ore.


Una maggiore manutenzione degli automezzi, seguendo segnalazioni già effettuate dal personale, porterebbe risultati da subito: un esempio tra tutti potrebbe essere quello delle serrature degli autoveicoli che alcune volte non funzionano correttamente e che lasciano impossibilitati i lavoratori dell'ultimo turno serale a chiudere in maniera efficace gli automezzi senza rischio di intrusioni.


USB chiederà un incontro urgente in azienda per manifestare la preoccupazione dei lavoratori, chiedendo a gran voce soluzioni idonee ad evitare il perpetrarsi di situazioni come quelle accadute in provincia che mettono a repentaglio la sicurezza dei dipendenti e di quanti ogni giorno utilizzano questa indispensabile rete di trasporti pubblici.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni