Sciopero generale 27 gennaio: adesione di Ancora in Marcia!

La storica rivista dei macchinisti ferroviari 'Ancora in Marcia' ha dato l'adesione allo sciopero generale del 27 gennaio.

Nazionale -

La storica rivista dei macchinisti ferroviari ha deciso di aderire allo sciopero generale del 27 gennaio. Di seguito il loro comunicato:


26-27 gennaio 2012

SCIOPERO GENERALE!!!

Contro la manovra finanziaria del governo Monti che

 

  • fa pagare il debito pubblico a lavoratori, pensionati e famiglie,
  • ha introdotto nuovamente la tassa sulla prima casa,
  • ha aumentato IVA IRPEF locale e accise sulla benzina, ha innalzando l’età per la pensione
  • e intanto regala soldi alle banche,
  • non fa nulla contro l’evasione fiscale,
  • non va a toccare i ricchi, che anzi saranno sempre più ricchi.

contro le politiche economiche “tipo Pomigliano”:
grandi imprese come la FIAT prima chiedono aiuti allo Stato a fondo perso poi cancellano i contratti nazionali minacciando che altrimenti si chiude infine delocalizzano le unità produttive e in Italia il lavoro scompare

Contro l’accordo del 28 giugno 2011 tra governo e CGIL, CISL e UIL che distrugge la contrattazione collettiva e riduce la stabilità dei rapporti di lavoro

E contro l’ipotesi di eliminazione del CCNL del settore ferroviario

Partecipiamo in massa allo sciopero proclamato dai sindacati di base

USB, OrSA, SLAICobas, CIB-Unicobas, SNATER, Sicobas e Usi

Settore ferroviario
addetti ad impianti fissi e Uffici:

intera giornata del 27 gennaio 2012

Personale addetto alla circolazione dei treni:

dalle 21.00 del 26 gennaio 2012
alle 21.00 del 27 gennaio 2012

 http://www.inmarcia.it/component/content/article/28-ultimora/479-scioperogenerale2712012-contro-manovra-sindacati-di-base

Questo sito usa i cookie

Questo sito usa cookie tecnici e cookie per effettuare statistiche sulla navigazione. Procedendo nella navigazione accetti implicitamente l'uso dei cookie. In alternativa puoi selezionare una delle opzioni qui sotto. I cookie tecnici saranno utilizzati in ogni caso.