Argomento:

Sicurezza treni: viaggiatori e lavoratori nella stessa barca

Caro viaggiatore, negli incidenti accaduti, manager, dirigenti e amministratori sono sempre stati assolti. Mai responsabili di nulla! Nonostante tanti di loro percepiscano uno stipendio per occuparsi di sicurezza.

Tanto paga l’assicurazione!! Pagano i viaggiatori col biglietto o con le tasse!

Risarciti i danni civili a tutti i parenti delle vittime (come si verifica abitualmente) il procedimento penale va a spegnersi. Un classico!

Nessuno responsabile di nulla!! A menochè non sia un semplice operatore a commettere il fatidico “errore umano”. Gli errori umani invece avvengono a monte, nella progettazione, nella programmazione della manutenzione, nella impostazione degli orari di lavoro, nella stesura dei mansionari.

Le vittime siamo noi, lavoratori e viaggiatori. Non vogliamo rimetterci la vita mentre stiamo lavorando per portare a casa uno stipendio. E tu?

 

Quando e dove Viareggio 2? o Crevalcore 2 (17 morti)?

Devono cambiare le regole del sistema:

  • non è possibile che le imprese ferroviarie si autocertifichino taluni requisiti di sicurezza.
  • Vanno aumentate le sanzioni per infrazioni alla sicurezza, che ora non sono abbastanza deterrenti, anzi sta continuando la loro depenalizzazione.
  • Il sistema di prevenzione degli infortuni, introdotto dal ’94, è rimasto inattuato . I Rappresentanti per la Sicurezza dei Lavoratori sono all’angolo, inascoltati, intimiditi o licenziati quando parlano. FS vuole gestirsi la sicurezza senza i lavoratori, in modo arrogante ed autoreferenziale.
  • Agli organi di vigilanza sugli infortuni ed alle Procure della Repubblica chiediamo maggior attenzione alle denunce che giungono sul tema della sicurezza sul lavoro.
  • Il governo deve porre regole privilegiando la tutela della salute prima che il liberismo del mercato

Non è possibile che le ore di guida o di lavoro restino senza limiti specifici seri (es.: non è sanzionato iniziare alle 1.00 e finire alle 14.00).

 

                                                                                                                                                                                                                                                                   VENEZIA 7 luglio 2009

CUB TRASPORTI VE, VIA CAMPORESE 118, 30173 MESTRE – VE TEL./FAX 0415312250  

VOLANTINO

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni