TEMI PNC ALITALIA: Accordo 4 giugno 2019

Nazionale -

Il 4 giugno si è tenuta una riunione che ha portato alla firma di un verbale di accordo. La riunione è stata incentrata sul tema dei passaggi di qualifica a tempo determinato, sul numero degli stagionali da assumere per la prossima stagione estiva, sui trasferimenti temporanei dalla base di Linate a quella di Fiumicino in occasione della chiusura temporanea dell'aeroporto meneghino.
PASSAGGI DI QUALIFICA: L'esigenza di dare garanzie ai colleghi che svolgono la mansione di responsabile a tempo determinato è soddisfatta attraverso il riconoscimento dello svolgimento delle funzioni per i mesi lavorati nella qualifica superiore. L'azienda s’impegna a considerare prioritariamente, in caso di future necessità di passaggi alla qualifica superiore a tempo indeterminato, gli assistenti di volo che abbiano compiuto 5 mesi da responsabile.
TRASFERIMENTI TEMPORANEI: In occasione della chiusura di Linate l'Azienda trasferirirà temporaneamente gli assistenti di volo (39) e i Cabin Manager (11) che ne hanno fatta richiesta. Sempre parlando di base Linate, sono stati comunicati gli esiti del sondaggio sulla scelta dell'aeroporto dove presentarsi. 141 colleghi hanno scelto di prendere servizio a Malpensa mentre tutti gli altri hanno preferito Linate e navetta. Questi numeri ci fanno pensare che su questa materia si sia fatto un buon lavoro incontrando i desiderata della maggior parte dei colleghi base Linate. Nel dettaglio hanno scelto MXP: CL 9 P2 e 3 AAVV - AZ 37 P2 e 92 AAVV.
ASSUNZIONI STAGIONALI: Abbiamo già espresso soddisfazione per il superamento della CIGS per il PNC in occasione della firma dell’accordo che prevede le assunzioni a T.D. per la summer 2019. Su questo argomento però, nella riunione in oggetto, abbiamo dichiarato la nostra perplessità sui numeri complessivi delle assunzioni che riteniamo insufficienti, sia per ciò che riguarda Cityliner, dove la fatica operazione cui sono sottoposti i colleghi meriterebbe una maggiore iniezione di personale, sia per le necessità operative di Alitalia, derivanti dalla chiusura della base di Linate che assorbe un certo numero di risorse in più sia per garantire di accordi in essere (ad esempio il 9° elemento), solo per citare qualche esempio. Chiediamo all’azienda un maggiore sforzo con un investimento relativamente contenuto che si tradurrebbe in una tranquillità operativa maggiormente ponderata con relativa diminuzione dei carichi di lavoro.
L’ingresso di 10 stagionali in Cityliner permetterà la concessione del part time estivo a 40 colleghi e questa è una misura positiva, ma per alleviare la fatica operazionale di coloro i quali lavoreranno tutto il mese ci sarebbe bisogno di maggiori assunzioni. Anche in Alitalia c’è la necessità di aumentare gli organici al fine di garantire il rispetto degli accordi riguardanti la composizione equipaggio. Abbiamo chiesto quindi un ampliamento delle assunzioni.
La riunione si è chiusa con la messa in cantiere di un incontro da tenersi nei prossimi giorni per cominciare a mettere nero su bianco regole e modi per avviare il percorso di circolarità fra Cityliner e Alitalia, argomento riportato nell’accordo e sul quale c’è il massimo impegno teso al superare finalmente il dualismo contrattuale nel Gruppo Alitalia.


RRSSAA AAVV Gruppo Alitalia

USB Lavoro Privato

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni