TRASPORTO AEREO: ALITALIA CAI SI APPRESTEREBBE A NUOVE ASSUNZIONI MENTRE LASCIA A CASA CASSAINTEGRATI E PRECARI

Roma Fiumicino -

Alitalia Cai starebbe per apprestarsi all'assunzione a tempo determinato di centinaia di nuovi assistenti di volo, provenienti da corsi di nuova formazione divisi tra quelli base, ovvero di gente che non ha mai volato, e quelli cosiddetti “conversion”, ovvero assistenti di volo provenienti da altre compagnie e che possiedono già le certificazioni.  In tutto, facendo una stima al ribasso, a fine maggio potrebbero essere assunti fra i 300 e i 400 nuovi assistenti di volo.

 

Secondo l’Unione Sindacale di Base Lavoro Privato queste assunzioni, se confermate, sarebbero molto discutibili, in quanto ci sono centinaia di naviganti di cabina che si trovano ancora in cassa integrazione e che non hanno alcuna possibilità di maturare i requisiti pensionistici, mentre altre centinaia di precari, provenienti dalla ex Alitalia con almeno 10 anni di contratti alle spalle, aspettano uno spiraglio di stabilizzazione.

 

Il tutto appare ancor più grave alla luce dell'accordo sottoscritto il 4 marzo scorso, in cui azienda e sindacati “responsabili” si sono impegnati all'assunzione di almeno 160 assistenti di volo in Cigs.

 

USB chiede ad azienda ed istituzioni trasparenza e certezze per tanti lavoratori, spesso con più di 40 anni e famiglie a carico, sospesi nel limbo da troppi anni; come pure per tutta la collettività, che a proprie spese sta sostenendo i costi dell'esperimento CAI.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni