Trasporto aereo e sicurezza, basta contratti al ribasso e deroghe ai parametri della stanchezza di piloti ed equipaggi

Nazionale -

Con un post su LinkedIn, l’Associazione europea dei piloti lancia allarme sulla carente cultura sulla sicurezza a bordo degli aeromobili (“deficient - safety - culture - alert”). Nel breve post si legge che József János Váradi, ceo Wizz Air, incoraggia i piloti e gli equipaggi a volare senza tenere conto del proprio stato di “fatigue”, cioè di stanchezza, e richiede per questo l’attenzione di EASA cioè dell’Agenzia europea per la sicurezza aeronautica.

Inutile sottolineare quanto siano importanti per la sicurezza il riposo e le ottimali condizioni psicofisiche di piloti e assistenti di volo. Da troppo tempo, invece, si vola utilizzando come parametro il limite massimo previsto dalle normative europee oppure, ancora peggio, stabilendo deroghe che indeboliscono i livelli di attenzione e “fatigue”.

C’è bisogno di modificare i contratti al ribasso e di restituire dignità, salute e sicurezza al personale aeronautico. EASA se ne dovrà occupare!

USB Lavoro Privato Trasporto Aereo

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati