Verso lo Sciopero!!!

Mancato accordo con Meridianafly

Nazionale -

USB di MeridianaFly ha avviato le procedure di raffreddamento e conciliazione anche per sintetizzare al suo interno le tematiche da noi ritenute fra le più importanti che stanno interessando la vita della nostra categoria. Dopo la mancata convocazione in sede aziendale, ieri si è svolta la riunione di II° fase presso il Ministero del Lavoro a Roma, durante la quale sono state affrontate le nostre denunce e sulle quali abbiamo ricevuto le seguenti risposte negative:

- Sulla materia riguardante la normativa derivante dall'accordo del 18 novembre (crew A319, Riposi movibili, gestione delle riserve) l'Azienda ha confermato la propria interpretazione dell'accordo a costo di smentire anche quanto firmato. Quindi non spetta l'indennità se parti in 3 sull'A319 mentre le riserve possono essere anche singole e possono essere gestite come gli pare

- Sulla nuova procedura sui cambi turno e presentazione fuori base, l'Azienda ha confermato che si tratta solo di una “razionalizzazione” e “centralizzazione” della procedura anche per evitare problemi operativi sorti in precedenza. Noi abbiamo risposto che secondo noi si tratta solo di una forma di controllo del personale dato che chi la esercita lo fa anche quando la variazione rappresenta solo un beneficio per la Compagnia;

- Per quanto riguarda le sistemazioni alberghiere indecorose da noi ripetutamente denunciate, la Compagnia ha dato atto che quanto detto da noi su Malè era vero tanto da tornare al precedente hotel ma non ha confermato nessun cambio all'orizzonte per quanto riguarda le altre situazioni critiche; 

Adesso passiamo alle tematiche sulle quali, invece l'Azienda non ha eretto il solito muro:

- Sulla questione dell'indennità sulle vendite a bordo ha informato che sono in corso i conteggi per erogare quanto spettante agli equipaggi;

- Per quanto riguarda la cosiddetta Black List, ovvero l'inibizione all'accesso ai propri biglietti, la Compagnia ha confermato che non c'è nessuna forma d'inibizione e di invitare tutti i colleghi a segnalare prontamente se ciò accadesse;

- Sulla questione dei conteggi per le ferie arretrate degli ex Meridiana, la Compagnia ha informato che è in corso una riflessione rispetto a questa tematica.

Pur prendendo atto di alcuni piccoli passi avanti, nel complesso riteniamo che sugli argomenti più sentiti e importanti non ci siano rilevanti novità e che MeridianaFly rimane tuttora trincerata dietro scelte industriali e sindacali negative per i lavoratori.Abbiamo pertanto verbalizzato l'esito negativo della procedura e siamo liberi di dichiarare il prossimo sciopero che, come primo passo, sarà di 4 ore. 

A questo punto, vogliamo fare alcune riflessioni insieme alla categoria:

MeridianaFly continua imperterrita a percorrere la strada, a nostro avviso profondamente sbagliata, disegnata nell'accordo del 18 novembre: taglio feroce del costo del lavoro, attacco a quelle 4 regole sopravvissute, flessibilità spinta dell'impiego fino a diventare vera e propria completa disponibilità, relazioni scarse e esclusive solo per quelle sigle disposte ad accettare senza fiatare questa impostazione.

In questo senso, alcuni elementi ci spingono a dire che potrebbe esserci aria di accordo con le altre sigle sindacali, almeno su quelle violazioni, come ad esempio quella dell'A319, che sono imbarazzanti e stanno per diventare altro cibo per cause giudiziarie.

Noi la nostra strada l'abbiamo fatta; staremo a vedere e valuteremo eventuali accordi, ma riteniamo che questa politica non porti niente di veramente positivo per gli Assistenti di Volo. 

Infatti, la situazione aziendale non è certo rosea e le ultime vicissitudini legate alla continuità territoriale sembrano preannunciare altri problemi, mentre non abbiamo capito se qualcuno stia aspettando cavalieri (non neri... speriamo...) che tirino magicamente  la baracca fuori dai guai.D'altra parte, IgFly rispecchia fedelmente quanto sta accadendo nel Paese, con i tagli feroci alla spesa pubblica, l'aumento delle tasse, il restringimento dei diritti dei lavoratori, dalla pensione all'art. 18. Medicine che sembrano pensate più per ammazzare il paziente piuttosto che salvarlo. 

Per USB tutto questo è un grave errore condito da un'ideologia liberista che ci sta portando dritti in una strada senza uscita, a ulteriori e definitivi attacchi alle categorie, alla stessa dignità del lavoro e a un impoverimento generale. 

Comunicheremo la data dello sciopero non appena disponibile e confermiamo i nostri prossimi impegni per il rispetto dei diritti (impugnazione dell'accordo del 18 novembre) e della democrazia sui luoghi di lavoro (avvio procedura elezione di una Rappresentanza Sindacale Unitaria) 

 

19 aprile 2012

 

Cambiare si può e si deve!

 

 

 

Unione Sindacale di Base - Lavoro Privato - Assistenti di Volo
Via Giovanni Cena, 29 – 00054 Fiumicino Roma
Tel 06 6506958 Fax 06 6505659 - e-mail: assistentidivolo.trasporti@usb.it – sito web www.usb.it
----------------------------------------------------------------------------------------------
Rsa aavv Meridiana fly OLB: Massimiliano Coro 3336297593, Paolo Cossu 3396498502, Michelangelo Pacchiarotti 3398966549, Lucilla Vanzi 3357071646; CAG: Barbara Pili 3474366062, Agostino Careddu 3471442386;
VRN: Fabrizio Giglio 3385065718, Riccardo Lonetto 3396498147, Reana Mervar 3477400861; FLR: Alessio Checcacci 3281223668; MXP: Maila Castaldo 3349442851, Graziano Egeste 3403714267, Massimo Pasqui 3921885302, Armando Pica 3482756193, Storero Fiori 3406865660
email: aavvmeridianafly.trasporti@usb.it

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni