Argomento:

Vertenza FlightCare

VENDUTI - VENDUTI - VENDUTI

 

 

 

 

Venduti i diritti dei lavoratori conquistati negli anni.

 

Venduti nel passaggio da società a società. Il tutto senza avere la possibilità di dire qualcosa per quanto concerne le modalità di passaggio, quasi che fosse un problema che non riguardasse i lavoratori.

 

La FlightCare dal 2000 ha “opzionato” AdR Handling ma sino ad oggi questo elemento è stato misteriosamente tenuto nascosto.

 

Calpestata per l’ennesima volta la democrazia, visto che nelle ultime assemblee tutti i lavoratori avevano chiesto che prima di firmare venisse sentito il loro parere.

 

Come troppo spesso accade ai soliti sindacati anche questa volta non è accaduto.

 

Il 12 dicembre, i sindacalisti di CgilCislUilUgl hanno firmato il solito accordo a perdere senza avere nessun mandato dai lavoratori, in cui non solo vengono i giorni di riposo “07”, ma per far tornare i conti (…sempre quelli dell’azienda mica quelli dei lavoratori!), vengono introdotte nuove e pesanti turnazioni.

 

Turnazioni che, peraltro, costringeranno i lavoratori a stare anche mezzora in più in aeroporto ad aspettare l’autobus senza essere pagati: chi stacca alle 06.30 dovrà aspettare quasi un ora per poter usufruire del mezzo sociale; quindi un lavoratore starà sempre 8 ore in aeroporto ma verrà pagato per 7.30 ore.

 

Un’altro aspetto negativo è quello economico.

 

I lavoratori h24 si vedranno colpita ulteriormente la loro busta paga, in quanto percepiranno ½ ora in meno di notturno.

 

Visto che approssimativamente un lavoratore fa circa 9 notti al mese e quindi circa 90 all’anno, con la trovata dell’accordo in questione andrebbe a perdere oltre 500 euro!

 

Senza considerare gli effetti sul TFR e sulla pensione (altro piccolo regalo all’azienda).

 

Chi sta messo peggio di tutti è lo stagionale: non solo dovrà subire le nuove turnazioni e tutti i disagi che ne conseguono ma non avrà diritto ne ora ne mai alle giornate di riduzione di orario, perché come recita l’accordo solo chi è assunto a tempo indeterminato prima del 29/11/2007 ne avrà diritto.

 

FERMIAMOLI!

C’è un solo modo per fermarli: levargli la delega.

 

Dai forza alle tue idee…Difendi il tuo futuro!

 

Passa dalla tua parte: iscriviti alla Cub Trasporti

unico sindacato di base oggi è presente in aeroporto

 

 

Roma 20-12-07 CUB Trasporti

Cell 349.5615057-333.2191370-338.1049862-349.5980310

20131 Milano V.le Lombardia 20 - tel. 02/70631804 – fax 0270602409 www.cub.it - e mail cub.nazionale@tiscali.it

00175 Roma Via dell’Aeroporto 129 Tel 0676968412 – Fax 0676983007 rsa_cub_trasporti@libero.it

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni