VERTENZA TPL CAMPANIA, ANCHE C.T.P. IN LOTTA

Napoli -

Si allunga a dismisura l'elenco delle aziende TPL sull'orlo del baratro e nessuno mette in discussione le politiche seguite fino ad ora.

Nell' incontro tenuto con l'AU Dott Ratto, le risposte sono parse per nulla rassicuranti circa il futuro dell'azienda, il tutto perfettamente in linea con quanto sta avvenendo nel TPL campano e più in generale nel mondo del lavoro.


I tagli avvenuti negli ultimi anni, le politiche di smantellamento del trasporto pubblico, le liberalizzazioni e privatizzazioni, in alcuni casi selvagge e senza garanzie per i lavoratori, hanno generato solo terra bruciata!

La vicenda EAVBUS, se da un lato evidenzia la sofferenza dei lavoratori in lotta per far sopravvivere l'azienda, dall'altro sottolinea la contraddizione di quanto essi siano affidati ancora a coloro che hanno tracciato la fine dell'azienda, in complicità con la regione Campania.


Per questo i lavoratori CTP dei due depositi principali hanno scelto di incrociare le braccia facendo rientrare completamente gli autobus degli impianti di Arzano e Teverola, ancora fermi in deposito.

L'Unione Sindacale di Base esprime solidarietà ai lavoratori in lotta, e ritiene necessario una lotta generalizzata sul territorio regionale per scalzare sia questa giunta regionale che sindacali complici che hanno accompagnato lo sfascio del TPL Campano ed arrivare con una forte caratterizzazione del mondo dei trasporti campani, all'internosciopero generale del 18 ottobre.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni