Aeroporto di Genova, l’Unione Sindacale di Base piange Sergei Robbiano, militante USB morto questa notte in un incidente sul lavoro. Fare chiarezza sulla sicurezza e sui soccorsi

Genova -

L’Unione Sindacale di Base piange la scomparsa di Sergei Robbiano, 50 anni, dipendente dell’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova, che ha tragicamente perso la vita questa notte precipitando in mare con l’auto di servizio durante i controlli di routine nello scalo.

Sergei era uno storico militante di USB, attivo da sempre nel settore del trasporto aereo. Il 22 aprile scorso era sceso in piazza con noi a Roma per la manifestazione nazionale operaia indetta dall’Unione Sindacale di Base. Iscritto a USB è anche uno dei due figli del nostro compagno.

Questa notte Sergei era impegnato nei controlli lungo il perimetro dell’aeroporto, dal momento che di recente era passato dal magazzino merci alla Bird Control Unit, il gruppo che si occupa di tenere gli uccelli lontani dalle piste prima degli atterraggi e dei decolli.

Intorno all’una la vettura è caduta in mare per motivi ancora oggetto di indagine, sfondando le recinzioni aeroportuali. Il corpo di Sergei è stato recuperato intorno alle 5 dai sommozzatori dei vigili del fuoco. La vettura sarà recuperata nei prossimi giorni.

USB si stringe commossa alla famiglia di Sergei e chiede che venga fatta luce sulla scomparsa del nostro compagno, in particolare sulle misure di sicurezza aeroportuali e sull’organizzazione dei soccorsi.

Unione Sindacale di Base

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati