Prosegue la lotta contro il Jobs Act, la riforma della Pubblica Amministrazione, la Legge di Stabilità

Roma -

Dopo l’ottima riuscita dello sciopero generale da noi indetto lo scorso 24 ottobre USB continua la mobilitazione contro il JOBS  ACT, il blocco dei contratti pubblici, la legge di stabilità 2015 del governo Renzi che opera un nuovo pesante  taglio ai finanziamenti agli enti locali, che si tradurranno in un forsennato attacco ai servizi sociali, sanità scuola, asili, alle aziende pubbliche e partecipate, nell’aumento delle tariffe del trasporto pubblico e dei ticket e che determinerà il licenziamento di migliaia di precari dagli uffici pubblici.

USB partecipa alla giornata di lotta del 14 Novembre  prossimo, secondo quanto deciso dal Coordinamento  Nazionale del  27 Settembre attuando scioperi, mobilitazioni, iniziative decise a livello territoriale.

Per USB diventa inoltre centrale la manifestazione indetta dalla Coalizione internazionale dei Sans Papiers Migranti Rifugiati e Richiedenti Asilo che si terrà il pomeriggio  del 14 a Roma in Piazza  Montecitorio, a partire  dalle ore 14,  evento che si colloca nell’ambito delle giornate internazionali, dal 14 al 16 Novembre, che vedranno numerose delegazioni europee di migranti confrontarsi  sulle parole d’ordine: "Libertà di lavoro e residenza in Europa!" al fine di condividere una visione unitaria sul ruolo e le respondabilità dell’Europa in tema di immigrazione e sulla necessaria ricomposizione/ convergenza con le lotte sociali  dei paesi di residenza.

Esecutivo Nazionale USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni