USB: in Alitalia non ci sono e non ci dovranno essere esuberi

Nazionale -

Questo è l'unico commento che ci sentiamo di fare di fronte alla richiesta da parte di Alitalia di proroga dell'attuale cassa integrazione in scadenza al 31 ottobre prossimo.

Non saremmo dovuti arrivare in prossimità di queste scadenze senza certezze sul futuro della compagnia.
Ci aspettiamo che nell'incontro convocato dal Mise per il prossimo 12 ottobre si faccia finalmente chiarezza sui progetti futuri, di cui il Governo è responsabile per gli impegni assunti anche riguardo l'indispensabile riforma dell'intero settore del trasporto aereo al quale destino di Alitalia è legato.

USB rimane convinta che l'unica vera soluzione sia l'intervento dello Stato fino alla nazionalizzazione a tutela dell'industria e dell'occupazione

Invitiamo tutte le forze sindacali a riflettere bene sullo scenario in atto anche alla luce dei risultati ottenuti nell'altra grande vertenza, quella dell'Ilva.

Unione Sindacale di Base Trasporto Aereo

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni